Ottobre 21, 2021

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia ha stabilito un nuovo record europeo colpendo 29 pollici di pioggia in 12 ore

All’inizio di questa settimana, in Italia è stato battuto un record europeo con più di 29 pollici di pioggia caduti in 12 ore.

Le condizioni meteorologiche estreme hanno causato allagamenti e frane, che hanno causato il crollo di un ponte a Giuliano, vicino alla città di Savona, nel nord-ovest.

Nessuna vittima è stata segnalata in quanto diversi fiumi nelle aree liguri, piemontesi e lombarde hanno rotto il litorale.

Secondo il sito Floodlist, il fiume Erro straripa a Pontinveria, straripando Bormida a Cairo Montenegro e provocando allagamenti a Ledimpro Savona.

Decine di persone sono state costrette ad essere evacuate dalle loro case, mentre altre sono state costrette a rimanere in casa.

Il Comune Rosacroce di Genova, in Liguria, è stato duramente colpito lunedì da 29,2in piogge.

In generale, secondo Climate-Data.org, la regione riceve circa 50 pollici di pioggia all’anno.

Scuole, parchi, mercati, impianti sportivi e cimiteri a Genova sono stati tutti chiusi durante le forti piogge.

Nella vicina città di Cairo Montenote, a circa 20 miglia a ovest di Rosiclione, ha piovuto 19,5 pollici in sole sei ore. Il record precedente era di 18,5 pollici.

Catia Picardo, sindaco di Rosiglione, ha avvertito di una “situazione molto pericolosa” sulla sua pagina “Pesci”, e ha detto che Rosiclione era stato “messo in ginocchio”.

Ha anche scritto: “Sono appena tornata dall’ultimo studio. Di queste 72 ore infinite l’ora del sonno si può contare con un dito e interrotta da mille pensieri per i miei concittadini, per la mia terra. Abbiamo innumerevoli disastri e fini aperti.

Durante l’estate, più di 200 persone sono state uccise da piogge senza precedenti in alcune parti del Belgio, della Germania e dei Paesi Bassi.

READ  Eden Bran: sopravvissuto all'incidente della funivia in custodia al centro della guerra | Italia

Secondo un rapporto pubblicato ad agosto dal World Meteorological Climate Analysis Group, le inondazioni catastrofiche hanno ora da 1,2 a 9 volte più probabilità di verificarsi a causa del riscaldamento globale.