Ottobre 22, 2021

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vince l’acqua di proprietà dell’Italia al Campionato mondiale di mare misto a due persone di Hembel

Vince l’acqua di proprietà dell’Italia al Campionato mondiale di mare misto a due persone di Hembel

Di Andy Rice / Spedizione mondiale 25 settembre 22:31
26 settembre 2021

Il team italiano Claudia Rossi e Pietro D’Ale hanno vinto l’Hemble Mixed Two World Maritime Championship 2021 © World Sailing

Le squadre italiane Claudia Rossi e Pietro D’Ale hanno vinto i Mondiali Misti a Due Hemble 2021 dopo le finali di Venezia.

Quando le finali sono iniziate all’ora di pranzo di venerdì, Rossi e D’Ali sono usciti lentamente dai blocchi di apertura della gara notturna di 100 miglia a Marina de Ravenna, ma il duo italiano ha dato il via al loro keyboat Figaro 3, ITA1 team ENIT . E ha preso il vantaggio della metà.

Il sole cocente stava lottando per superare la nebbia mattutina di Venezia, ma è emerso dall’oscurità quando il team ITA1 dell’ENIT, ha attraversato per primo il forte e ha vinto il campionato. Quattro minuti dopo il team ESP dalla Spagna ha preso il secondo posto, il team belga ha preso il terzo posto e le precedenti vincitrici della tappa ITA2 Marina Militarre hanno preso il terzo posto in soli quattro secondi.

Quando le barche sono arrivate alla base militare mozzafiato dell’Arsenal de Venice, nel centro di Venezia, c’erano alcune facce sorridenti. La navigazione nelle numerose zone soggette a restrizioni dovute ai giacimenti petroliferi e ad altri arredi marini è stato l’approccio finale a Venezia, e alcuni gruppi hanno protestato contro altri per chiarire se altri erano fuori controllo. Non è ancora un chiaro vincitore.

Dopo alcune ore di discussione intensa ma amichevole con l’International Arbitration Board, diverse squadre hanno ricevuto punti di penalità per errori di navigazione. Le proteste per lo champagne per Rossi e D’Ali sono state sotto la neve fino alla fine. Alla fine, però, gli italiani sono riusciti a stappare il tappo, lo sfogo dell’emozione, l’ultima delle quali hanno potuto festeggiare diventando il primo campione del mondo di gara mista mista in mare a due.

READ  L'Italia è la prima in Europa a rendere obbligatoria la tessera sanitaria Covit-19 per tutti i lavoratori

Rosie ha condiviso i suoi sentimenti dopo aver sentito la conclusione. “È una sensazione bellissima, è come un sogno che si avvera. Abbiamo lottato fino alla fine, ma poi abbiamo avuto delle resistenze di cui discutere, quindi non è stato così facile. Adesso però ci sentiamo meglio e facciamo festa insieme. Insieme abbiamo fatto una bella gara e un grande lavoro di squadra”.

A 29 anni Rossi ha la metà dell’età di Pietro D’Ali, uno dei concorrenti stranieri più esperti e stimati d’Italia. D’Ali ha commentato: “È un piacere recarmi al Maritime Racing a questo evento, dopo le gare di Solitaire du Figaro e Transat. Spero che questo formato continui in futuro. È un formato perfetto per le Olimpiadi”.

Il secondo posto è andato all’ITA2 Marina Militare, che è stato pilotato dall’altro team italiano, Giovanna Walchechi e Andrea Pendibein. Le due squadre italiane che hanno vinto in casa non hanno raccontato quanto fosse vicino questo campionato tra le 10 squadre in rappresentanza di otto nazioni. La squadra belga (Sofia Fagut & Jonas Gerkens) ha corso molto vicino alla vittoria assoluta, ma ha dovuto spingere per il terzo posto assoluto.

La squadra sudafricana, formata da Michael Robinson (21) e Sianda Wado (28 anni), è arrivata quarta e ha preso a pugni. “Abbiamo passato 11 anni a gareggiare l’uno contro l’altro, ma questa è la prima volta che gareggiamo insieme. Abbiamo lavorato bene come squadra e abbiamo ottenuto più di quanto avessimo mai sognato. Molti aspetti positivi!”

I due fratelli di Michaela, Brennan e Catherine, sono volati fuori dal Regno Unito la mattina presto e hanno fatto una sorpresa in famiglia per la loro sorella prima di tornare in Sudafrica. Per Lenia Floser del Team Svezia, molti della sua famiglia a Venezia sono stati felici di vederla in attesa di essere accolta a terra. Era orgogliosa di sua sorella minore Josephine Lenia. “È così sorprendente. Sono così orgoglioso di lei. Raggiunge sempre nuovi obiettivi, va sempre avanti, non si tira mai indietro. Quello che ha fatto è così interessante”.

READ  Sito Patrimonio dell'Umanità Italia: i portici di Bologna in Italia sono l'ultimo Sito Patrimonio dell'Umanità

Questa sera, davanti al Segretario della Difesa italiano, si è svolta all’Arsenal de Venezia la cerimonia di premiazione, a conclusione di un nuovo format mondiale.

Vedi per maggiori informazioni www.nastrorosatour.it.