Giugno 27, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Autorizzazione rilasciata per ricerca sull’estrazione geotermica del litio in Italia

Autorizzazione rilasciata per ricerca sull'estrazione geotermica del litio in ItaliaLago di Braziano, Braziano, Italia (Fonte: Grand-O, Public Domain, Commons / Wikimedia)

Permesso di ricerca concesso a una filiale di Vulcan Energy Resources per esplorare la possibilità di estrarre il litio dall’acqua salata geotermica in Italia.

In un comunicato di questa mattina, l’australiano/tedesco Vulcan Energy Resources ha concesso un nuovo permesso di ricerca in Italia a Vulcan Energy Italy Pty Ltd, che è stata ribattezzata “Cesano”, a 20 km NNW da Roma, Italia.

La radura di Cesano si estende su un’area di 11,5 km 2 e comprende un tratto dove un pozzo geotermico forniva due campioni di “acqua salata calda”, con grado storico di litio in salamoia media elevato (1976) 350 e 380 mg/l.

Vulcan considera il potenziale per lo sviluppo di prodotti chimici sostenibili per batterie al litio in linea con la sua attività Zero Carbon Lithium (TM), promuovendo standard di calore e litio più elevati e portate registrate nell’acqua salata.

Il team geologico di Vulcan in Germania, in collaborazione con geologi italiani e parti interessate locali, compila e valuta i dati storici, verifica il contenuto di litio e valuta l’acqua salata per il potenziale sviluppo di progetti sul litio. In caso di successo, il progetto Cezano potrebbe fornire una fonte di litio strategica e sostenibile in Italia per il mercato europeo delle batterie e dell’auto, e diventare una futura aggiunta al business Zero Carbon Lithium (DM) di Vulcan.

Il Dr. Vulcan è l’Amministratore Delegato. Francis Wedin ha commentato: “Dopo un’indagine geologica dettagliata, abbiamo identificato una regione in Italia con indicatori positivi di portata, qualità storica del litio e temperatura del giacimento. E lavoreremo per trovare i prossimi passi”.

READ  Leonardo d'Italia punta a quotare l'unità TRS quando le condizioni di mercato sono giuste

Cesano Permesso di ricerca Cesano è stato scoperto nel 1974 nel campo della geotermia e dista circa 20 km a NNW dalla capitale Roma. Nel 1975 l'”acqua salata calda” è stata scoperta dall’ENEL in un pozzo geotermico (Cezano 1) ad una profondità di circa 1.390 m sotto la superficie. Due campioni di salamoia calda hanno prodotto un contenuto storico di litio di 350 e 380 mg / L Li in salamoia filtrata e non filtrata (Kalamai et al., 1976). I risultati storici sono uno dei più elevati standard globali di litio registrati in un sistema di sale geotermico acquatico definito. Il campo geotermico di Cesano si trova nel vulcano Monte Sabatini. Molti pozzi profondi (1.400–3.000 m) sono stati storicamente perforati nel campo geotermico e l’acqua salata profonda non è stata ancora testata o documentata pubblicamente per il loro contenuto di litio. Pacano Caldera, un grande interno di grafene formato dalla miosina superiore, formato all’altezza di una struttura carbonatica con mantello vulcanico quaternario, ed è caratterizzato da una forte anomalia termica (Funiciello et al., 1979). Il pozzo Cesano 1 è stato perforato al confine meridionale della Caldera Pacano, a contatto con un’elevata irregolarità di gravità e un alone termotrasformato nelle rocce carbonatiche del Giurassico inferiore nello strato sedimentario umbro-marzo (Petrachini et al., 2015 ).

Per ulteriori dettagli, vedere la versione completa allegata di seguito.

Fonte: Rilascio dell’azienda