Giugno 28, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Con Robert Pattinson al comando, perché la lunga storia di "Batman" getta un'ombra sui fan

Con Robert Pattinson al comando, perché la lunga storia di “Batman” getta un’ombra sui fan

Creato nel 1939, Batman non è il primo supereroe e nemmeno necessariamente il migliore. Ma i vari metodi per adattarlo allo schermo hanno suscitato eccessiva passione tra i fan, comprese reazioni inaspettate quasi isteriche. Ciò includeva gli ululati che salutarono Michael Keaton negli anni ’80 (certamente una scelta non convenzionale) e forse in particolare Ben Affleck nel 2013.

a Intervista di dicembre Con Howard Stern, Affleck ha ammesso di sentirsi “ferito” attraverso una petizione online fatta circolare contro di lui in “Batman v Superman: Dawn of Justice”. Da parte sua, Stern ha notato che i fan di Batman hanno un track record di lamentarsi “non importa chi ottiene il ruolo”.

Nel corso degli anni, i fan in cerca di devozione ai fumetti hanno avuto motivo di preoccupazione e scetticismo da parte di Hollywood.

È arrivata la finestra principale dei fumetti di Batman negli anni ’70, che è stato un diversivo dalla frivolezza e dalla fantasia che hanno caratterizzato lo show televisivo Batman degli anni ’60 – con lo spettacolo “Wap! Bam! Boo!” Grafica: per una visione più scura del copricapo.

“Batman” Interpretato da Robert Pattinson, è l’ultima incarnazione cinematografica e per molti versi si sente progettato per attingere ai desideri di un’ardente base di fan. Il film crudo e crudo soddisfa le esigenze degli svezzati su Batman come creatura della notte, un’immagine affinata dai fumettisti Marshall Rogers e Neal Adams negli anni ’70 e Frank Miller nella popolare graphic novel “Il ritorno del cavaliere oscuro .”
Il regista/co-sceneggiatore Matt Reeves ha citato un altro fumetto di Miller, “Batman: Year One”, che descrive una fase iniziale della sua carriera di combattente del crimine, Tra le sue ispirazioni.
Ben Affleck nei panni di Batman in Zack Snyder Justice League.  & # 39;
Quei fumetti hanno sviluppato il profilo di Batman verso un tono più ambiguo Film diretto da Tim Burton nel 1989. Tuttavia, nonostante il suo successo, il sequel diretto dal compianto Joel Schumacher Interpretato da Val Kilmer, poi George Clooney, ha fatto rivivere il genere camp più ampio che molti fan dei fumetti consideravano i brutti vecchi tempi.

Christopher Nolan ha corretto questo con la sua trilogia “Batman Begins”, “The Dark Knight” e “The Dark Knight Rises”, che presentava la versione vincitrice dell’Oscar del Joker di Heath Ledger, il tipo di statura che normalmente sfuggirebbe ai supereroi.

Ma il rinnovamento è sempre stato una parte delle incarnazioni cinematografiche di Batman. Toby Emmerich, Presidente, Gruppo Warner Bros. Picture Group (come CNN, parte di WarnerMedia), di recente Ha detto al New York Times, La sfida di Reeves era quella di “creare un Batman avvincente, dinamico ed emozionante, ma diverso da tutto ciò che abbiamo visto prima”.
Mentre il film si assicura che ci sia un file fine settimana di inaugurazione, Il successo che avrà non sarà determinato solo da come risponderanno i fan impegnati, ma anche se le persone con meno investimenti si uniranno a loro nella loro marcia di ritorno al cinema.
Quando Affleck è stato selezionato, Jake Tapper della CNN ha dato un segmento sulla risposta frenetica come “il dibattito che sta facendo a pezzi questo paese: Batfleck”. L’anno prossimo, Affleck Assegnato a Entertainment Weekly che la Warner Bros. ha avvertito. Del potenziale contraccolpo negativo, lo Studio Nahas avrebbe detto: “Sei sicuro di voler entrare in questo? Questa è parte integrante di questi film ora. Ci sono molti fan attivi che hanno molte opinioni”.

I social media hanno alimentato quella dinamica, creando camere d’eco in cui coloro che hanno “molte opinioni” possono simpatizzare con spiriti che la pensano allo stesso modo o, al contrario, discutere con gli oppositori.

READ  La sorella di Willie Nelson, la compagna di band Bobby, è morta all'età di 91 anni

Le voci forti, ovviamente, non sono sempre le più rappresentative, specialmente con qualcosa come Batman. Ma riflettono il motivo per cui il riferimento a Pat occupa un posto così speciale nella cultura pop: perché così tante persone pensano di sapere cosa è giusto per un personaggio, credendo che, indipendentemente da chi indossi l’abito, appartenga a loro.