Giugno 28, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli Stati Uniti annunciano nuove sanzioni contro gli oligarchi russi e affermano di conferire potere a Putin

Gli Stati Uniti annunciano nuove sanzioni contro gli oligarchi russi e affermano di conferire potere a Putin

Includono sanzioni per il portavoce del Cremlino.

Giovedì, gli Stati Uniti hanno annunciato nuove sanzioni contro i membri dell’élite russa, incluso il portavoce del presidente russo Vladimir Putin, e hanno affermato che avrebbero impedito a 19 membri dell’oligarchia e 47 dei loro parenti e collaboratori stretti di recarsi negli Stati Uniti .

Gli obiettivi delle sanzioni includono il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, così come uno degli uomini più ricchi della Russia, Alisher Usmanov, secondo la Casa Bianca.

La Germania aveva già sequestrato lo yacht di lusso di Usmanov e la Casa Bianca ha affermato che la barca e il jet privato di Usmanov – che si diceva fosse uno dei più grandi aerei di proprietà privata della Russia – sarebbero stati vietati per l’uso negli Stati Uniti o dagli americani.

“Questi sono passi importanti che influenzeranno le persone intorno al presidente Putin. Vogliamo che senta la pressione. Vogliamo che le persone intorno a lui sentano la pressione”, ha detto ai giornalisti il ​​segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki.

Il presidente Joe Biden ha toccato le recenti azioni degli Stati Uniti contro la Russia al vertice della quarta riunione di gabinetto della sua amministrazione, affermando che i passi già presi dalla sua amministrazione e dai suoi alleati stanno avendo un “profondo impatto”.

READ  L'Australia vuole una "indagine completa" sull'incidente del laser cinese - Morrison

Biden ha detto che l’oligarca russo punito “si sta riempiendo le tasche con i soldi del popolo russo mentre l’Ucraina e il popolo si nascondono nella metropolitana dai missili lanciati indiscriminatamente dalle città russe”.

In un comunicato stampa, il Tesoro ha affermato che e il Dipartimento di Stato hanno intensificato la pressione sulla Russia “punendo molte élite russe e i loro familiari, designando alcune proprietà di queste persone come vietate e imponendo sanzioni ai punti di disinformazione diretti dall’intelligence russa. “

Ha detto che le élite sanzionate hanno fornito supporto diretto e indiretto al governo russo attraverso i loro imperi commerciali, fortune e altre risorse. “L’assistenza di queste persone, dei loro familiari e di altre élite chiave consente al presidente Vladimir Putin di continuare la sua invasione in corso e non provocata dell’Ucraina”, si legge nella dichiarazione.

Usmanov è descritto come uno dei miliardari più ricchi della Russia e detiene enormi partecipazioni in più settori dell’economia della Federazione Russa e a livello internazionale.

I legami di Usmanov con il Cremlino lo arricchiscono e gli consentono di condurre uno stile di vita lussuoso. A dimostrazione della sua ricchezza, Usmanov possiede uno dei più grandi superyacht del mondo, noto come Dilbar… Prende il nome dalla madre di Usmanov… Il valore stimato di questo yacht di lusso si ritiene che sia compreso tra $ 600 e 735 Dilbar ha due eliporti e una delle più grandi piscine coperte del mondo installate su uno yacht. Il costo operativo stimato di Dilbar è di $ 60 milioni all’anno, ha affermato il Tesoro.

Si ritiene che l’aereo di Usmanov, un Airbus A340-300, sia costato tra i 350 ei 500 milioni di dollari, si legge nella nota.

READ  Biden tiene una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale per discutere della crisi ucraina

Poco dopo essere arrivato a Bruxelles per un’intera giornata di incontri giovedì con la NATO, il Gruppo dei Sette e le loro controparti dell’Unione Europea, tra gli altri alleati, il ministro degli Esteri Anthony Blinken ha preso in considerazione le nuove sanzioni.

“Queste azioni chiariscono che non c’è nascondiglio per individui ed entità che sostengono la guerra palese della Russia contro l’Ucraina”, ha affermato in una nota.

La dichiarazione afferma anche che il Dipartimento di Stato impone costi significativi alle società di difesa russe sanzionando 22 società legate alla difesa. “Queste sanzioni di vasta portata prendono di mira le entità che sviluppano e producono aerei da combattimento, veicoli da combattimento di fanteria, sistemi di guerra elettronica, missili e droni per l’esercito russo. Queste sanzioni prendono di mira il nucleo stesso della macchina da guerra di Putin”, ha affermato.

Conor Finnegan di ABC News ha contribuito a questo rapporto.