Maggio 23, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

In Italia la Chiesa si scusa per i commenti del vescovo sull’assenza di Babbo Natale

Venerdì 10 dicembre, la diocesi cattolica romana di Sicilia, in Italia, si è ufficialmente scusata con i genitori arrabbiati dopo che il suo vescovo ha detto ai suoi figli. Babbo Natale No. Il vescovo Antonio Stagliano ha affermato durante una recente celebrazione religiosa che Babbo Natale non c’era e che il suo vestito rosso è stato fabbricato dalla Coca-Cola per scopi pubblicitari. Associated Press (AP) Citando i media italiani. Tuttavia, la diocesi di Noto ha affermato che il vescovo Stagliano non ha voluto spezzare il cuore dei bambini a sole due settimane dal Natale.

Stagliano ha voluto sottolineare il vero significato del Natale e la storia del Vescovo San Nicola, che distribuiva doni ai poveri ed era perseguitato dall’imperatore romano, il direttore delle comunicazioni diocesane, il Rev. p. Disse Alessandro Paolino. “In primo luogo, a nome del Vescovo, esprimo il mio rammarico per questo annuncio, che ha destato delusione tra le giovani generazioni, e ci tengo a precisare che le motivazioni di monsignor Stagliano sono completamente diverse”, ha scritto Paolino sulla pagina Facebook diocesana. Ha aggiunto che le lezioni di vita costruttive dovrebbero essere apprese dai bambini senza distruggere la loro immaginazione.

“Regalare Babbo Natale è un grande simbolo del valore della generosità e della condivisione. Tuttavia, se consideri Babbo Natale il simbolo del consumatore, per possedere, comprare, acquistare e riacquistare, devi rivalutare l’immagine. Dando ha un nuovo significato.” Mentre alcuni hanno elogiato gli sforzi di Stogliano per concentrarsi sull’essenza cattolica del Natale, altri lo hanno punito per aver interferito nelle usanze e nelle celebrazioni familiari, mentre altri lo hanno accusato di aver cercato di corrompere gli spiriti dei bambini la cui infanzia è stata sconvolta dall’epidemia .

READ  Un tribunale italiano ha sospeso un'indagine su un caso di omicidio egiziano

A proposito di Natale

Vale la pena ricordare qui che il Natale è la festa religiosa e culturale annuale che commemora la nascita di Gesù Cristo il 25 dicembre, celebrata da miliardi di persone in tutto il mondo. Dalla maggioranza dei cristiani e da molti non cristiani. Nel calendario gregoriano, la maggior parte dei cristiani celebra il 25 dicembre, che è quasi universalmente accettato nei calendari civici di tutto il mondo.

Con ingressi AP

Immagine: A.P.