Maggio 23, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Jussie Smollett è stata rilasciata dalla prigione della contea in appello

Jussie Smollett è stata rilasciata dalla prigione della contea in appello

CHICAGO (AFP) – Jussie Smollett è stato rilasciato mercoledì dopo sei notti dietro le sbarre dopo che una corte d’appello ha concordato con il suo avvocato che dovrebbe essere rilasciato in attesa dell’appello contro la sua condanna per aver mentito alla polizia su un attacco razzista e omofobo.

L’ex attore di “Empire” ha lasciato la prigione della contea di Cook circondato dalla sicurezza dopo aver trascorso sei notti dietro le sbarre. Non ha commentato mentre entrava in un SUV in attesa.

La sentenza della corte d’appello è arrivata dopo che un giudice della contea di Cook si è pronunciato contro Smollett La scorsa settimana avrebbe immediatamente iniziato a scontare 150 giorni di carcere per essere stato condannato per cinque reati di condotta disordinata per aver mentito alla polizia. Nello sfogo subito dopo il verdetto, Smollett ha proclamato la sua innocenza e ha detto: “Non ho tendenze suicide. E se mi succede qualcosa quando vado lì, non lo faccio da solo. E dovreste saperlo tutti”.

La corte d’appello ha affermato che Smollett potrebbe essere rilasciato dopo aver fatto un impegno personale di $ 150.000, il che significa che non deve pagare in contanti ma accetta di comparire in tribunale come richiesto.

Parlando con i giornalisti fuori dalla prigione dopo la partenza di Smollett, l’avvocato difensore di Smollett, Nene O’Shea, ha affermato che la famiglia Smollett è “estremamente soddisfatta degli sviluppi di oggi”. O’Shea ha detto che durante la sua permanenza in prigione, Smollett non ha mangiato e bevuto solo acqua, anche se non ha detto perché.

Ha criticato la decisione del consigliere speciale di incriminare nuovamente Smollett dopo che il procuratore distrettuale della contea di Cook Kim Fox ha ritirato le accuse iniziali e ha pagato una multa.

READ  Kanye West afferma che Donda 2 uscirà esclusivamente sul suo giocatore di punta

“Lasciatemi chiarire una cosa: non c’è spazio per la politica nel nostro sistema giudiziario e le corti d’appello in questo grande paese non fanno politica”, ha detto O’Shea.

Gli avvocati di Smollett hanno affermato che avrebbe completato la sua condanna prima del completamento del processo di appello e che Smollett potrebbe essere a rischio di danni fisici se fosse rimasto in custodia nella prigione della contea di Cook.

L’ufficio del procuratore speciale ha definito l’accusa secondo cui la salute e la sicurezza di Smollett erano a rischio “di fatto errata”, in risposta alla sua richiesta, notando che Smollett era tenuto in custodia protettiva. in prigione.

La decisione del tribunale segna l’ultimo capitolo di una storia bizzarra iniziata nel gennaio 2019 quando Smollett, nero e gay, ha detto alla polizia di Chicago di essere stato vittima di un attacco razzista e omofobo da parte di due uomini che indossavano passamontagna. La caccia agli aggressori si è presto trasformata in un’indagine e nell’arresto dello stesso Smollett, accusato di aver orchestrato l’attacco e di aver mentito alla polizia al riguardo.

L’indagine ha rivelato che Smollett aveva spinto due uomini che conosceva dal lavoro nello show televisivo “Empire” a lanciare l’attacco.

Una giuria ha condannato Smollett a dicembre per cinque capi di imputazione per condotta disordinata, l’accusa mossa quando qualcuno mente alla polizia. Fu assolto dal sesto conteggio. Il giudice James Lane ha condannato Smollett la scorsa settimana a 150 giorni di prigione: con buona condotta, avrebbe potuto essere rilasciato in appena 75 giorni.

Smollett ha mantenuto la sua innocenza durante il processo. Durante la sentenza ha gridato al giudice di essere innocente, avvertendo il giudice che non aveva tendenze suicide e che se fosse morto in custodia, qualcun altro, non lui, gli avrebbe messo fine alla vita.

READ  Prequel della serie "The Batman" cancellato: nessuno spinoff viene mostrato su HBO Max

Uchi ha detto che la prima cosa che Josie ha fatto quando ha appreso la notizia è stata mettere le mani sul vetro tra di loro e ha detto che aveva quasi perso la speranza nell’ordine costituzionale degli Stati Uniti. “Penso che si sia quasi arreso”, ha detto Uchi.

Ha detto che il passo successivo sarebbe stato impugnare la sentenza.

___

Dai un’occhiata alla copertura completa di AP sul caso Jussie Smollett.