Giugno 28, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia afferma che cesserà il fuoco in 4 città ucraine;  Il greggio statunitense è in aumento

La Russia afferma che cesserà il fuoco in 4 città ucraine; Il greggio statunitense è in aumento

Il Regno Unito afferma che la Russia sta cercando di isolare gli ucraini da notizie e informazioni affidabili

Danni causati da un attacco missilistico russo contro una torre televisiva a Kiev, in Ucraina, il 2 marzo 2022.

Marco Yam | Los Angeles Times | Getty Images

In un aggiornamento quotidiano dell’intelligence lunedì, il ministero della Difesa britannico ha affermato che ci sono state segnalazioni di forze russe che hanno preso di mira le torri della TV nelle città ucraine.

“Probabilmente la Russia sta prendendo di mira l’infrastruttura di telecomunicazioni dell’Ucraina al fine di limitare l’accesso dei cittadini ucraini a notizie e informazioni affidabili”, ha affermato il ministero.

Ha aggiunto che l’accesso a Internet potrebbe essere interrotto in Ucraina a seguito degli attacchi alle infrastrutture, con interruzioni già segnalate nelle città di Mariupol, Sumy, Kiev e Kharkiv la scorsa settimana.

All’interno dei suoi confini, la Russia ha adottato misure nei giorni scorsi per reprimere la copertura giornalistica del conflitto in Ucraina. Venerdì i legislatori hanno approvato un disegno di legge che renderebbe reato penale la richiesta di sanzioni estere contro la Russia, mentre la pubblicazione delle cosiddette informazioni “false” sull’esercito russo potrebbe portare a pene detentive fino a 15 anni.

La linea ufficiale del Cremlino è che l’invasione dell’Ucraina è una “operazione speciale” volta a liberare gli ucraini dal loro governo, ma l’Occidente ha respinto questa posizione, definendo l’invasione russa dell’Ucraina una guerra ingiustificata. La Corte penale internazionale ha aperto un’indagine su presunti crimini di guerra russi.

– Chloe Taylor

La Russia afferma che cesserà il fuoco per consentire ai civili di lasciare 4 città ucraine

Una veduta di un edificio distrutto dopo un bombardamento a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, il 3 marzo 2022.

Sergey Bobok | AFP | Getty Images

Mosca ha affermato lunedì che avrebbe fermato gli attacchi in quattro città ucraine, inclusa Kiev, per consentire l’evacuazione dei civili.

I tentativi di evacuazione sono stati interrotti lo scorso fine settimana dopo che le forze russe sono state accusate di aver violato il cessate il fuoco nelle città di Mariupol e Volnovakia.

Le agenzie di stampa statali russe hanno riferito lunedì che l’ultimo cessate il fuoco inizierà alle 10:00 ora di Mosca (9:00 Ucraina, 2:00 ET) nelle città di Kiev, Mariupol, Kharkiv e Sumy.

Gli operatori umanitari russi in Ucraina hanno affermato che la decisione è stata il risultato della “situazione umanitaria catastrofica” nel Paese e di “una richiesta personale del presidente francese Emmanuel Macron. [for a cease-fire] Al presidente russo Vladimir Putin, “Agenzia di stampa russa Interfax menzionato.

READ  L'India lancia missili contro il Pakistan dopo 'guasto tecnico' | India

Il governo russo ha dichiarato di aver informato le Nazioni Unite, la Croce Rossa e l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa dei suoi piani per un cessate il fuoco.

Durante il fine settimana, le evacuazioni da Mariupol sono state interrotte sabato e domenica, poiché i funzionari ucraini hanno affermato che le forze russe hanno continuato ad attaccare la città e la rotta prevista.

Nel frattempo, le autorità ucraine hanno detto che circa 400 civili fuggiti da Volnovaka sono stati presi dal fuoco russo domenica nonostante le promesse di un’uscita sicura. Secondo Reuters.

– Chloe Taylor

L’economista Stephen Roach afferma che Xi Jinping è l’unica persona con “influenza” su Putin ora

La Cina ha finora affermato che non parteciperà alle sanzioni contro la Russia e si è anche astenuta dal voto delle Nazioni Unite che rimprovera la Russia per la sua invasione dell’Ucraina.

– Weezin Tan

Il professor emerito afferma che “la fine del gioco di Putin” è la “decapitazione” del governo ucraino

Graeme Gill, professore emerito all’Università di Sydney, ha affermato che la “fine partita” del presidente russo Vladimir Putin nella guerra della Russia contro l’Ucraina è quella di “sostituire il governo di Zelensky” con qualcuno dei suoi “scelti”.

Ciò che Putin “vuole davvero è decapitare” il governo ucraino e formare il proprio, ha detto alla CNBC.Squawk Box Asia” di lunedi.

Funzionari statunitensi ed europei hanno iniziato a discutere la possibilità di formare un governo in esilio guidato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky se lui ei suoi aiutanti fossero costretti a fuggire dall’Ucraina e formare un nuovo governo mentre si trovano in Polonia.

Tuttavia, se la Russia fosse riuscita a impadronirsi dell’Ucraina, preferirebbe che Zelensky non la presiedesse perché si è dimostrato “un prestanome efficace per opporsi ai russi nella loro invasione dell’Ucraina”, ha affermato.

Gill ha detto che Zelensky è sfuggito a tre tentativi di omicidio da parte delle forze speciali sostenute dalla Russia, ma potrebbe “aspettarsi più tentativi di omicidio”.

“Non sorprende che ci siano stati tentativi di assassinare Zelensky”, ha aggiunto.

Charmaine Jacob

Le preoccupazioni per la sicurezza crescono negli Stati baltici dopo l’invasione russa dell’Ucraina

Sono in corso colloqui trilaterali per inviare aerei da combattimento in Ucraina

Polonia, Ucraina e Stati Uniti sono in trattative per un accordo che metterebbe più caccia MiG nelle mani dell’Ucraina.

NBC News ha riferito che l’accordo includerà La Polonia presenta i caccia MiG in Ucraina, e gli Stati Uniti a loro volta hanno sostituito i caccia polacchi con F-16 di fabbricazione statunitense.

Due MiG-29 polacchi siedono in una base aerea a Malbork, in Polonia, in questa foto dell’agosto 2021.

Agenzia Anadolu | Agenzia Anadolu | Getty Images

Né l’Ucraina né la Russia hanno dimostrato la superiorità aerea nei loro 11 giorni di guerra e sabato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto una richiesta urgente di caccia durante una chiamata con 300 membri del Congresso.

I piloti ucraini non sono addestrati per pilotare aerei da guerra di fabbricazione americana. Tuttavia, sia la Polonia che l’Ucraina gestiscono MiG – aerei progettati e costruiti in Russia – sopravvissuti ai tempi dell’Unione Sovietica.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha dichiarato nel fine settimana che gli aerei da guerra e i sistemi di difesa aerea sono la “massima richiesta” del suo paese poiché l’Ucraina deve far fronte a quasi 200.000 soldati russi e ai loro veicoli.

L’F-16 è prodotto da General Dynamics, un’unità di Lockheed Martin.

– Ted Kemp

Un analista della difesa ha affermato che la no-fly zone sull’Ucraina aumenterebbe il rischio di guerra tra Stati Uniti e Russia

Una no-fly zone sull’Ucraina “aumenterebbe significativamente” il rischio di guerra tra Stati Uniti e Russia, secondo Ted Galen Carpenter, ricercatore senior per la difesa e gli studi di politica estera presso il Cato Institute.

“È assolutamente essenziale che gli Stati Uniti resistano alla richiesta di Zelensky di una no-fly zone sull’Ucraina”, ha detto alla CNBC. “Segnali stradali dell’Asia” di lunedi.

Il presidente ucraino ha chiesto più volte alla Nato di creare una no-fly zone sul suo Paese, ma finora gli Stati Uniti ei loro alleati hanno rifiutato questa richiesta. La creazione di una no-fly zone significherebbe che la coalizione dovrebbe abbattere gli aerei russi sull’Ucraina.

“Ciò aumenterebbe notevolmente il rischio di una guerra tra Stati Uniti e Russia, e a quel punto stiamo parlando di una guerra con ramificazioni nucleari”, ha detto Carpenter.

READ  Kamala Harris si dirige in Polonia nel mezzo di uno scontro per aerei da combattimento - US Politics LIVE | Notizie dagli Stati Uniti

“Non credo che nessuno negli Stati Uniti pensi che la sicurezza dell’Ucraina valga la pena rischiare a quel livello”, ha aggiunto.

Putin aveva precedentemente affermato che avrebbe considerato una dichiarazione di terzi di una no-fly zone sull’Ucraina come “Partecipazione di quel paese all’azione militare. “

– Abigail Ng

La Camera degli Stati Uniti “esplora una legislazione forte” per vietare il petrolio russo

In una lettera ai colleghi democratici, la presidente della Camera Nancy Pelosi ha affermato che la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti sta “esplorando una solida legislazione” per vietare le importazioni di petrolio russo.

Ha scritto che la legislazione “isola ulteriormente la Russia dall’economia globale”.

“La nostra legge vieterà l’importazione di petrolio e prodotti energetici russi negli Stati Uniti, annullerà le normali relazioni commerciali con Russia e Bielorussia e farà il primo passo per negare alla Russia l’accesso all’Organizzazione mondiale del commercio. Consentiremo inoltre al ramo esecutivo di aumentare i dazi sulle importazioni russe”.

La Camera dei Rappresentanti voterà questa settimana sugli aiuti all’Ucraina per un totale di 10 miliardi di dollari in aiuti umanitari, militari ed economici.

– Ted Kemp

Il prezzo del greggio statunitense supera i 125 dollari al barile per il possibile divieto occidentale del petrolio russo

La petroliera Chemtrans Cancale è ormeggiata al largo mentre attende di attraccare a Port Everglades il 20 aprile 2020 a Fort Lauderdale, in Florida.

Joe Riddell | Getty Images

greggio statunitense Saltato oltre $ 125 al barile Nelle prime contrattazioni di domenica sera, il mercato ha continuato a rispondere alle interruzioni dell’offerta dovute alla guerra tra Russia e Ucraina e alla possibilità che gli Stati Uniti e i loro alleati e partner impongono un embargo sul petrolio e sul gas naturale russi.

Contratti future sul greggio West Texas IntermediateL’indice petrolifero statunitense è balzato dell’8%, a un certo punto, superando i 130 dollari al barile, raggiungendo il livello più alto dalla metà del 2008. Greggio Brentil benchmark internazionale, è aumentato del 9% a $ 128,60, anche il prezzo più alto dal 2008.

“Il petrolio è in aumento con l’aspettativa di un divieto totale del petrolio e dei prodotti russi”, ha affermato John Kilduff, co-fondatore di Again Capital. “I prezzi della benzina che sono già alti continueranno a salire in modo paradossale. I prezzi in alcuni stati spingeranno $ 5 molto rapidamente”.

-Tanaya Michel