Dicembre 3, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La società italiana di microelettronica Technoprobe Milano da elencare

MILANO (Reuters) – La società italiana di microelettronica Technoprob prevede di quotarsi martedì alla Borsa di Milano, con un valore di mercato di 4 miliardi di euro (4,5 miliardi di dollari), aggiungono tre fonti.

L’azienda, il secondo produttore mondiale di cosiddette test card utilizzate per testare chip non di memoria, possiede il 100% della famiglia Krippa e punta a detenere il 20% del suo capitale sociale.

Il panel ha rifiutato di commentare la valutazione.

Technoprobe ha dichiarato che prevede di quotare Euronext Growth a Milano, un mercato dedicato alle piccole e medie imprese, che ha un processo di fusione più flessibile rispetto al mercato principale.

Il gruppo ha selezionato questo mercato per accelerare il processo di quotazione, con due fonti che affermano che prevede di passare al mercato principale in 18-24 mesi dopo la quotazione.

L’offerta sarà disponibile su azioni esistenti e nuove, ha affermato Technoprob in una nota, che verrà utilizzata per espandere il ritorno sulle plusvalenze a livello internazionale.

La società dovrebbe lanciare l’offerta entro la fine del primo trimestre del 2022, ha aggiunto il gruppo. Una delle fonti ha aggiunto che il suo lancio alla Borsa di Milano avverrà nella prima metà di febbraio.

Giuseppe Crippa ha iniziato l’attività nel 1995 in un piccolo garage vicino casa sua nel nord Lombardia dove ha lavorato tutta la vita dopo il ritiro dal chipmaker STMicroelectronics.

Negli ultimi 25 anni, Technoprobe è diventata uno dei principali partner dei produttori di semiconduttori. Ora impiega circa 2.200 persone in tutto il mondo e ha un fatturato di 9.329,5 milioni entro il 2020, con un profitto chiave di circa 9.159 milioni.

READ  Italia: opportunità di finanziamento tecnico nell'ambito dell'European Recovery Program

Mediobanca e Intesa Sanpaolo agiranno in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Book Director sull’Initial Public Offering. ($ 1 = 0,8807 euro)

(Report di Gianluca Semaro ed Eliza Ansol; montaggio di Giulia Secreti, Louise Heavens e Jane Merriman)