Giugno 27, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le banche francesi e italiane devono alla Russia 50 miliardi di dollari

Le banche in Italia e Francia sono le più vulnerabili agli attacchi occidentali alle sanzioni contro Mosca, dopo che i suoi finanziatori hanno raccolto $ 50 miliardi (£ 37 miliardi) attraverso l’esposizione alla Russia.

Le azioni di Société Générale, UniCredit e dell’austriaca Raiffeisen sono scese lunedì a causa dei timori che gli istituti di credito europei esposti possano subire un forte calo delle sanzioni. Swift espelle alcune banche russe selezionate dalla testata giornalistica Global Payments.

Secondo i dati della Bank for International Solutions, gli istituti di credito in Italia e Austria sono i più vulnerabili alla crisi e non sono riusciti a ridurre la loro esposizione all’economia russa dall’annessione della Crimea nel 2014.

Secondo JPMorgan, l’esposizione totale dei prestatori esteri verso la Russia è di circa $ 90 miliardi perché l’Occidente sta prendendo di mira il suo settore bancario nel tentativo di infliggere dolore economico.

Ci sono paure di La rimozione di Swift renderà più difficile per le aziende russe rimborsare i propri debiti Le banche e le imprese europee potrebbero subire interruzioni, mentre alcuni istituti di credito hanno filiali nel paese che affronta una profonda recessione.

Le banche francesi hanno tagliato i loro prestiti, che a un certo punto erano più di $ 50 miliardi, e loro e gli istituti di credito italiani dovevano ciascuno $ 25 miliardi nel terzo trimestre del 2021.

Le banche austriache avevano circa 18 miliardi di dollari, mentre le banche britanniche avevano un’esposizione inferiore a 3 miliardi di dollari.

L’analista di JPMorgan Kian Apohosine ha dichiarato: “L’impatto delle banche russe ed europee sarà maggiore di quello degli Stati Uniti.

“Le implicazioni dell’esenzione Swift per le transazioni transfrontaliere con la Russia sono significative”, ha affermato, sollevando dubbi sul “se le esportazioni russe continueranno davvero”.

READ  40 La migliore decoder dvb t2 hdmi del 2022 - Non acquistare una decoder dvb t2 hdmi finché non leggi QUESTO!

Lunedì le azioni del settore bancario europeo hanno toccato il minimo su cinque mesi di oltre il 6%.

Raiffeisen, la banca austriaca fortemente esposta, ha visto il prezzo delle sue azioni scendere di quasi la metà in due settimane, determinando un calo del settore. Le azioni dell’italiana Unicredit sono scese dell’11 per cento e della Società generale del 10 per cento.

Abouhossein ha aggiunto: “Il rischio principale per le banche europee è associato all’aumento dei prezzi delle materie prime (fino al 40% della fornitura di gas naturale in Europa proviene dalla Russia) e, soprattutto, ai potenziali tagli del PIL dovuti a potenziali ritardi nell’anticipazione dell’aumento dei tassi di interesse .”