Le reti quantistiche sono più vicine alla realtà

Quando un fotone interagisce con una memoria quantistica, diventa… Impigliato Con memoria – il che significa effettuare misurazioni su un fotone O La memoria fornirà informazioni su (Quindi modifica) La condizione dell’altro.

Tuttavia, invece di misurare il fotone (e quindi estrarre informazioni), il fotone subisce una conversione di frequenza quantistica dalla frequenza visibile (dove opera la memoria quantistica) alla frequenza di comunicazione (dove le perdite nelle fibre ottiche sono ridotte al minimo). Il fotone (ora una frequenza di comunicazione) effettua quindi un viaggio di andata e ritorno attraverso una rete in fibra sotterranea prima di tornare ad Harvard, dove viene riconvertito in una frequenza visibile.

Completato questo viaggio, il fotone rimbalzò su una diversa memoria quantistica in un altro laboratorio, trasferendo così l’entanglement dal fotone a questa seconda memoria. Infine, dopo che il fotone è rimbalzato sulla seconda memoria, viene diretto verso un rilevatore che rileva la presenza del fotone, ma non rivela nessuna delle informazioni quantistiche fondamentali contenute nella luce. È intrecciato con la memoria, il che significa che misurando un fotone o memoria, modifica lo stato di un altro. Il fotone si converte quindi da una frequenza visiva a una frequenza di comunicazione, che poi rimbalza in un laboratorio diverso e il viaggio è completo.

READ  Gli astronauti della NASA fanno passeggiate spaziali per fornire aggiornamenti energetici alla stazione spaziale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto