L’italiana Caldacron aumenta le partecipazioni di Mediopanka, forse con il 5%

MILANO, 20 luglio (Reuters) – L’imprenditore italiano Francesco Guidano Caldacron ha aumentato di cinque volte la sua partecipazione in Mediopanka, con un deposito regolamentare martedì che solleva speculazioni sul destino della banca commerciale milanese.

In una causa intentata con il regolatore di mercato Consop, il 78enne Caldacron ha mostrato una partecipazione del 2,88% in Mediobank al 12 luglio, mentre possiede il 2,175% tramite opzioni di avvio, il 5,055% del totale delle potenziali azioni.

A marzo, un documento di Consumer ha rivelato che Caldacron, presidente delle costruzioni e del giornale, aveva acquistato una quota dell’1% in Mediopanka.

Mediopanga è la banca d’affari leader in Italia. Mediopanka è il più grande assicuratore e il più grande investitore in Asigurajioni Generali.

Caldacron è il secondo azionista di Generali e i suoi doppi investimenti sia in Mediobanga che in Generali riflettono le opinioni del collega miliardario ottantenne Leonardo del Vecchio.

In un momento di crescente integrazione attraverso i settori bancario e assicurativo italiano, la loro costituzione di scorte ha sollevato interrogativi sul futuro sia di Mediopanka che di Generali.

Entrambe le società sono una delle risorse finanziarie più preziose dell’Italia. I due sono stati sotto i riflettori da quando Del Vecchio, proprietario di Ray-Ban, fondatore di Laxodica, è emerso come il più grande investitore in Mediopanka nel 2019, mentre allo stesso tempo è il terzo azionista di General dietro Caldacron.

All’inizio di questo mese, Del Vecchio, 86 anni, ha aumentato la sua partecipazione in Mediopanga al 18,9% (rapporto di Valentina Zoe e Gianluca Semaro; montaggio di Richard Bull)

READ  Trascorri otto giorni in Italia con Jeff Tate e aiutalo a registrare una canzone per il suo prossimo album

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto