• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Cinque italiani e tante superstar in Scozia, inizia l’Alfred Dunhill Links Champion



Quest’ultima accezione, anche nel 2019, non è esagerata, perché sono in scena molti uomini di spicco, primi fra tutti Rory McIlroy, Justin Rose e Jon Rahm. Il nordirlandese, l’inglese e lo spagnolo arrivano tutti dal BMW PGA Championship con alterne fortune (nono in rimonta, ottavo e secondo rispettivamente), dopo la resurrezione di Danny Willett a ridare un’ulteriore freccia all’arco del golf inglese. Presenti anche molti altri assi della terra d’Albione, quali Tommy Fleetwood, Matthew Fitzpatrick, Matt Wallace, Eddie Pepperell e Tyrrell Hatton, ma anche Luke Donald e Lee Westwood. In gara anche il vincitore dell’Open Championship, l’irlandese Shane Lowry, e il vincitore dello scorso anno, il danese Lucas Bjerregaard. Dei 16 vincitori del torneo dal 2001 in avanti sono presenti quasi tutti.

Per l’Italia si presentano al via in cinque, dopo un BMW PGA Championship che non ha propriamente strizzato loro l’occhio: Andrea Pavan, Guido Migliozzi, Renato Paratore, Edoardo Molinari e Nino Bertasio. Gli azzurri mai hanno avuto troppa fortuna in questo torneo, e anche questa volta dovranno fare i conti con un field più che qualificato. Le gesta dei big e dei nostri portacolori saranno visibili su GolfTv, che detiene i diritti del tour europeo e trasmette integralmente il torneo dalla prima all’ultima buca.



Quest’ultima accezione, anche nel 2019, non è esagerata, perché sono in scena molti uomini di spicco, primi fra tutti Rory McIlroy, Justin Rose e Jon Rahm. Il nordirlandese, l’inglese e lo spagnolo arrivano tutti dal BMW PGA Championship con alterne fortune (nono in rimonta, ottavo e secondo rispettivamente), dopo la resurrezione di Danny Willett a ridare un’ulteriore freccia all’arco del golf inglese. Presenti anche molti altri assi della terra d’Albione, quali Tommy Fleetwood, Matthew Fitzpatrick, Matt Wallace, Eddie Pepperell e Tyrrell Hatton, ma anche Luke Donald e Lee Westwood. In gara anche il vincitore dell’Open Championship, l’irlandese Shane Lowry, e il vincitore dello scorso anno, il danese Lucas Bjerregaard. Dei 16 vincitori del torneo dal 2001 in avanti sono presenti quasi tutti.

Per l’Italia si presentano al via in cinque, dopo un BMW PGA Championship che non ha propriamente strizzato loro l’occhio: Andrea Pavan, Guido Migliozzi, Renato Paratore, Edoardo Molinari e Nino Bertasio. Gli azzurri mai hanno avuto troppa fortuna in questo torneo, e anche questa volta dovranno fare i conti con un field più che qualificato. Le gesta dei big e dei nostri portacolori saranno visibili su GolfTv, che detiene i diritti del tour europeo e trasmette integralmente il torneo dalla prima all’ultima buca.