• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Dustin Johnson ancora al comando con -16 e solo Rory sembra capace di poterlo fermare



Restano soltanto 18 buche alla conclusione del WGC-Mexico Championship 2019, primo torneo della stagione per il World Golf Championship in corso di svolgimento sul par 71 del Chapultepec Golf Club di Città del Messico. Il grande protagonista di giornata è stato lo statunitense Dustin Johnson che ha firmato un eccellente giro in 66 colpi. Il n.3 del ranking mondiale ha cominciato fortissimo con un eagle alla 2 ed ha poi reagito alla grande al doppio bogey della 10 con quattro birdie nelle seconde nove buche, per uno score complessivo di -16 che vale saldamente la prima posizione. Il principale ostacolo tra il 34enne americano e il sesto titolo della carriera in tornei del WGC sarà il nordirlandese Rory McIlroy, secondo con quattro colpi di ritardo ma apparso in eccellente condizione negli ultimi tre giorni. Lo scenario è apparecchiato per uno stellare duello nella giornata di domani.

Un quartetto di assoluto valore occupa la terza posizione con lo score di -9 per il torneo. Ne fanno parte gli statunitensi Patrick Reed (autore del miglior giro di giornata chiuso in 64) e Patrick Cantlay, il fuoriclasse spagnolo Sergio Garcia e l’australiano Cameron Smith, uno dei giovani più interessanti che si sono messi in mostra in questa prima parte di stagione. Un colpo più indietro si trova la coppia formata dall’inglese Ian Poulter e dal thailandese Kiradech Aphibarnrat, mentre la nona posizione provvisoria è occupata dal sudafricano Louis Oosthuizen, dall’inglese Tommy Fleetwood (unico ad aver girato sopra par tra gli uomini di testa con un +1 di giornata) e dagli statunitensi David Lipsky e Tiger Woods.