• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Dustin Johnson nuovo leader dopo due giri senza bogey


Il numero 3 del Mondo non fa nessun errore e va davanti a Mcilroy, Woods da spettacolo e fa il giro più basso di giornata 66


Lo spettacolo era garantito però nessuno si aspettava che Tiger Woods tirasse fuori un colpo così, dal bunker, facendo quasi eagle e facendo impazzire tutti e una prestazione importante con un giro totale in 66. Tiger anche se dietro va comunque messo in contention per gli ultimi due giri.


Dustin Johnson sia nella prima che nella seconda giornata non ha fatto un errore, 4 birdie di giornata lo hanno portato a -11 al comando da solo.

Per il numero 3 del Mondo è sembrato tutto facile però lui fa notare la grande concentrazione e la strategia.

" Sono in una buona posizione per le ultime due giornate, sto giocando bene ma sono molto concentrato e il fatto di calcolare ogni volta le distanze mi aiuta a non perdere mai l'obbiettivo finale" ha detto a fine round Johnson.

Rory Mcilroy ha avuto più difficoltà rispetto al primo giorno. Era partito ancora forte con 3 birdie nelle prime 4 buche poi però bogey alla 6 e doppio-bogey alla nove.

Rimane comunque al secondo posto e va fatto notare comunque un birdie alla 14 e parecchie occasioni sbagliate per via dei green duri del pomeriggio.

A -7 ci sono Sergio Garcia e Tommy Fleetwood, mentre a - 6 l'eroe della Ryder Cup Ian Poulter che ha fatto un ottimo round in 68, molto solido.


Francesco Molinari molto meglio anche lui, porta a casa un giro in 67 a -4 e puntando a guadagnare ulteriori posizioni nella 3 giornata, denominata "moving day" per un motivo dopotutto.