• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Edoardo Molinari lancia la polemica con un tweet: "Basta col gioco lento"



Edoardo Molinari ha utilizzato Twitter per dire la sua a riguardo del gioco lento visto allo Zurich Classic, il torinese ha detto che non ci si poteva mettere 5 ore e mezza per finire un giro di golf in un campo senza rough e ha aggiunto " Ora è il momento di fare davvero qualcosa per questo".


Impegnato in Marocco nel Trophe’e Hassan II, rassegna dell’Eurotour che ha già vinto nel 2017, il piemontese ha pubblicato una lista di quasi centocinquanta giocatori richiamati. Di questi, solamente tre hanno ricevuto una multa di 3.000 dollari: Adrian Otaegui, Erik Van Rooyen e Louis Oosthuizen. Ma c’è di più. Il giocatore torinese ha promesso che il prossimo aggiornamento arriverà entro la fine di giugno. Nella prima graduatoria spiccano anche i nomi di big mondiali come Tiger Woods, Patrick Reed e Bryson DeChambeau. Non solo: tra i «segnalati» c’è pure il fratello Francesco. «Richiamato» però solamente una volta.


Non sono mancate le critiche ma anche i commenti positivi per Edoardo Molinari, il tweet a riguardo a raggiunto in poche ore più di mille reetweet e ha lasciato Dodo parecchio sorpreso per il grande polverone acceso.


A Molinari ha risposto anche Graeme McDowell, il nordirlandese è andato contro il giocatore azzurro dicendo che c'era poco da fare per questo problema, il PGA Tour sta diventando sempre più difficile e competitivo, ogni settimana si gioca per tanti soldi e i giocatori cercano di fare del loro meglio ma essendo in palio tanto è difficile, secondo McDowell, che si cambino le modalità di gioco per renderle più veloci.


McDowell da ragione che il gioco sarebbe più piacevole da vedere se tutto fosse più veloce ma che nonostante i giocatori cerchino di impegnarsi a giocare in tempi più brevi poco cambierà e verrà fatto a riguardo.