• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

"Ho giocato in modo terribile"-Phil Mickelson deluso dopo essere uscito dalla top 50


Phil Mickelson esce per la prima volta dal 1993 dalla Top 50 del World Golf Ranking

Phil Mickelson non è più tra i primi 50 giocatori al mondo. Nella vita e nel golf c’è ovviamente sempre molto di peggio ma per Lefty si tratta di una gran botta morale. Lui nei primi 50 al mondo c’è stato per 25 anni di fila.


Quel numero, il 50, deve essere una specie di incubo per Mickelson: Phil infatti compirà 50 anni il prossimo 16 giugno e oggi “quota 50” diventa il suo obiettivo più immediato.

Tra i primi al mondo Phil Mickelson c’è stato per 1.353 settimane consecutive, ossia da quel 28 novembre 1993 quando si piazzò secondo alle spalle di Tom Lehman al Casio World Open.

"Oggi ho giocato bene, ha detto Mickelson dopo l'ultimo giro in Cina chiuso in 68. " Ma negli ultimi 8 mesi ho fatto davvero male, me ne rendo conto, ma tornerò ad alti livelli".

Phil Mickelson non finisce qua

Il diretto interessato non si nasconde e non cerca alibi. “Negli ultimi 6-8 mesi – ha detto Mickelson – ho perso di vista gli obiettivi. Non ho giocato bene e questo è il risultato”. Lo statunitense non ha alcuna intenzione di mollare. Anzi, intende rialzarsi il prima possibile. “Ho ancora la possibilità – spiega – di dimostrare qualcosa di buono”. A 50 anni Lefty dovrà quindi riscoprire il fascino della rincorsa.



In carriera il 49enne ha vinto di tutto e di più: tre Masters, un Pga Championship, un Open, più di quaranta titoli solo sul PGA Tour e dieci su quello europeo. E’ al secondo posto nella money list sul circuito americano dietro solo a Tiger Woods).

Mickelson ha da sempre fatto spettacolo e anche se gli anni avanzano il suo talento lo farà uscire da questa situazione e lo farà sicuramente tornare ai vertici.