• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Ian Poulter trova una soluzione incredibile per aver infranto il regolamento del PGA Tour




Ian Poulter ha infranto una delle regole d'oro del PGA Tour, ma ha scontato la sua punizione in uno dei modi più fantasiosi e fantasiosi possibili.


Tutto è iniziato quando Poulter ha vinto lo Houston Open ad aprile. Ciò ha portato a un miglioramento del suo status sul Tour e agli spot nei major, che a loro volta hanno cambiato la sua programmazione. Ma il Tour ha una politica secondo cui i giocatori che non partecipano a 25 eventi devono partecipare a un torneo che non hanno giocato negli ultimi quattro anni. Esistono altre esenzioni a questa regola, ma non sono state applicate a Poulter, che ha violato questo obbligo a seguito del suo cambio di pianificazione post-vittoria.


Secondo le linee guida di Tour, la violazione richiederebbe una multa e / o sospensione, sebbene il commissario del Tour Jay Monahan abbia l'ultima parola e nessuna di queste decisioni sarà resa pubblica.


Secondo Doug Ferguson dell'Associated Press, Poulter sapeva che stava arrivando, quindi ha cercato i funzionari del Tour dopo il Masters.



"Ho detto loro: 'Come vuoi affrontarlo?' Sarò la prima persona [a violare la regola], e mi capirà", ha detto Poulter a Ferguson. "Voglio restituire qualcosa in modo da poter adempiere alla mia punizione."


Poulter ha detto che avrebbe giocato al Sentry Tournament of Champions e al Sony Open di questa settimana. Ha anche offerto un evento con gli ospiti.


L'Inglese ha poi deciso di saltatare il Wyndham Championship del 2018 in modo che non giocasse per nove settimane consecutive prima della Ryder Cup, anche se giocare era nei suoi obblighi. Così ha detto alla organizzazione del Wyndham di scegliere otto ospiti da inviare a casa sua a Orlando, in Florida, e hanno fatto un giro con Poulter nel suo club di casa. Inoltre hanno pranzato insieme e hanno visitato la guest house di Poulter che vanta la sua vasta collezione di Ferrari, i cimeli della Ryder Cup, 60 borse da tour con mazze, libri di yardage e altro.


"Direi che era al di là di ciò che considereremmo un buon fine accettabile", ha detto a Ferguson Andy Pazder, il direttore che gestisce i tornei del PGA Tour. "Fare quello che ha fatto ... è stato semplicemente fantastico."

Se la situazione di Poulter sembra familiare, è perché Jordan Spieth, l'anno scorso ha violato anche lui una regola del PGA Tour quando non è riuscito a giocare in 25 eventi la scorsa stagione senza aggiungere un nuovo torneo.

Anche se non si sa quale sia stata la "punizione", Spieth è ha giocato per la prima volta in autunno sia allo Shriners Hospital for Children Open che per il Mayakoba Golf Classic.