• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Kuchar vuole di più

Le Hawaii sono un luogo magico a cui nessuno piace andare via, ma dopo due settimane elettrizzanti tra il Sentry Tournament of Champions, vinto da Scahuffele e il Sony Open appena concluso la situazione golfistica appare chiara.

In questa stagione ci saranno volti nuovi a vincere e i giovani ragazzi che l'anno scorso si erano affacciati o che erano riusciti a vincere qualche torneo saranno più agguerriti che mai, giocatori come Champ e Schauffele saranno da tenere d'occhio.

Ci saranno però anche i vecchietti, capitanati da Mickelson, che ormai si diletta benissimo con i video tutorial su instagram e il vincitore di questa settimana Matt Kuchar.


Il vincitore del Players Championship ha già passato i 40 anni ma la grande regolarità del suo gioco lo ha reso uno dei più forti sul Tour e a livello mondiale e anche se KUCH, come lo chiamano i suoi fan avrebbe meritato di vincere di più, 9 sono i titoli conquistati da Kuchar sul PGA Tour, rimane uno dei giocatori più forti e rispettati, anche per il carattere che lo contraddistingue.

"I 40 sono i nuovi 20."- Così Kuchar dopo aver trionfato in Hawaii. " Sono contento, è una vittoria speciale per me."

Il 2019 potrebbe essere l'anno giusto per Kuchar che dopo tanti anni passati in secondo piano a congratularsi per i trionfi degli altri potrebbe riscattarsi e vincere un Major.

Dopotutto nella storia ci sono parecchi giocatori che non sono riusciti a vincere un Major dopo essere arrivati ai 40 anni, Darren Clarke e la sua storia ne sono un esempio.

L'unico ostacolo sarà quello di fare uno sforzo in più e vincere con più costanza e stare attento ai ragazzi più giovani e assetati di vittorie.