• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Mcilroy al comando con Dahmen: Mi sento a mio agio su questo campo



Mcilroy in testa e senza intenzione di fermarsi qui

Si è concluso il primo giro del Wells Fargo Championship, torneo del PGA Tour che si svolge a Charlotte. Sul par 72 del Quail Hollow Club sono al comando Rory McIlroy e Joel Dahmen: il nordirlandese e l’americano chiudono insieme a -5 la prima giornata. Per entrambi ci sono cinque birdie senza alcun bogey.

Rory era partito come favorito No.1 questa settimana e non sono state deluse le aspettative, Mcilroy nelle seconde nove ha iniziato a far vedere un golf pazzesco, quello a cui siamo abituati a vedere quando scende in campo il vero Rory Mcilroy, 5 birdie nelle seconde nove lo hanno portato poi in testa.

Per il nordirlandese questo è un campo speciale perchè qui ha vinto il suo primo torneo sul PGA Tour quasi 10 anni fa e nonostante la prestazione deludente del Masters Mcilroy sembra essere tornato ai livelli delle settimane prima del Major di Augusta.


"Mi sento molto a mio agio su questo percorso, ogni volta che ci gioco ho la sensazione che posso fare un buono score". ha detto Mcilroy intervistato dopo il primo round.

Al terzo posto si collocano altri due uomini d’America, Patrick Reed e Adam Schenk, insieme allo scozzese Martin Laird, al sudafricano Dylan Frittelli e al canadese Nick Taylor, tutti a -4. Di questo quintetto, l’unico a non incappare in bogey è Reed.


In ottava posizione, invece, il gruppo è particolarmente nutrito, con gli americani Brian Harman, Keith Mitchell, Brendon Todd, Jason Dufner, Vaughn Taylor e Jim Knous, gli australiani Jason Day e John Senden e il colombiano Sebastian Muñoz, che completano il giro in 69 colpi, 3 sotto il par.

Tra i nomi importanti, l’inglese Justin Rose è 27° a -1 e gli americani Phil Mickelson e Rickie Fowler sono pari con il par, mentre si trovano in un grado variabile di difficoltà l’altro statunitense Tony Finau (+2), il venezuelano Jhonattan Vegas (+2), il giapponese Hideki Matsuyama (+2), lo svedese Henrik Stenson (+3) e lo sloveno ex sudafricano Rory Sabbatini (+5).