• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Molinari vuole anche il Masters



Francesco Molinari ha vissuto la più grande stagione della sua carriera e confida che il suo duro lavoro possa finalmente essere ripagato all'Augusta National Golf Club.


L'italiano ha come miglior risultato una top 20 in sette partecipazioni al Masters, ma ammette di essere arrivato a Magnolia Lane come un golfista molto diverso da quello che era 12 mesi fa.


Ha vinto il suo primo Major al The Open Championship, il suo primo evento Rolex Series al BMW PGA Championship, la Race 2018 a Dubai, è diventato il primo europeo a vincere cinque punti in una Ryder Cup e ha vinto i suoi primi due eventi in America sul PGA Tour .


Pur essendo sempre un personaggio modesto, il 36enne non nega di essere nel momento migliore della sua carriera, ed è ansioso di continuare a lavorare duramente per sfruttare al meglio questa condizione.


"Negli ultimi anni ho lavorato tanto e a volte non si viene ripagati subito", ha detto Molinari, che ha ricoperto il ruolo di cadde per il fratello Edoardo nel 2006.


"C'è voluto un po ', ma ovviamente ora il successo sta arrivando abbastanza spesso e questa è una bella sensazione, cercherò di continuare a lavorare per mantenere il successo e vincere il maggior numero di tornei possibili.


"Sono in una posizione molto diversa da quella degli ultimi anni, non voglio negarlo o non posso negarlo, mi sento bene, ma penso che qui ad Augusta in particolare, sia una prova difficile.


"La fiducia arriva con il successo e ho avuto molto successo negli ultimi mesi e penso che la cosa importante è che non devo abbassare la guardia.


Molinari all'Augusta National al contrario di quello che sono le caratteristiche del suo gioco non è mai andato troppo ben ad Augusta, il sei volte vincitore del Tour Europeo crede di sapere dove è stato necessario un miglioramento e di averlo raggiunto.


"Penso che quello che mi ha deluso nel passato è sui green e sui green, è un test molto duro a causa della velocità dei green e dell'ondulazione", ha detto. "Spero di mostrare i progressi che ho fatto sui green negli ultimi mesi e di ottenere una buona prestazione in questa settimana.

"Inoltre, penso che sia un percorso la quale bisogna giocare un paio di volte per imparare alcuni trucchi e capire il percorso, spero di poter usare l'esperienza degli ultimi anni questa settimana."


Questa è la giusta occasione per Molinari, un momento di forma straordinario e una nuova consapevolezza, tutti fattori positivi per una grande prestazione per l'Azzurro.