Pazienza finita per Mcilroy?


Il 2021 potrebbe essere l'anno della verità per Rory Mcilroy

Rory McIlroy rischia molto nel 2021.

Sappiamo tutti che è un talento di livello mondiale. In effetti, molti pensavano che sarebbe potuto essere il prossimo golfista a sfidare il titolo di GOAT e che Rory McIlroy, alla fine della sua carriera, sarebbe stato in grado di sedersi al fianco del pantheon con giocatori del calibro di Tiger, Jack, Snead, Hogan e altri.


Non fraintendetemi, ha ancora avuto una discreta carriera. Ha vinto 18 volte al PGA Tour, quattro titoli erano major. Tuttavia, avrebbe potuto fare molto di più, come per molti nel corso della storia.

Essere Phil non è mai una brutta cosa, ma essere Tiger è meglio.


Nella stagione 2021 Rory non avrà più molto tempo e scuse per dimostrare quanto vale, sono diverse stagioni che Mcilroy deve dimostrare di avere la stoffa per essere uno dei giocatori top ma ogni volta qualcosa non funziona da parte del Nord Irlandese.


Ha avuto alcuni momenti di livello negli ultimi anni, dalla vittoria del Giocatore dell'anno, a lunghe serie di piazzamenti importanti.


Tuttavia, viene da pensare che Mcilroy avrebbe potuto vincere di più, sopratutto trofei Major.

Soprattutto se si considera che non ne ha più vinto uno dal 2014. Se qualcuno ti dicesse che Rory è da 23 major consecutivi che non ne vince uno, probabilmente non gli crederesti. Eppure è qui che ci troviamo.


Il mondo del golf tifa sicuramente per vedere un anno eccezionale da parte di Rory con molteplici vittorie sul Tour e provando a competere con i top, sopratutto dimostrare di essere più forte di Koepka e Johnson.


Rory Mcilroy ha fatto 10 top ten nelle sue ultime 12 apparizioni major e competere così bene e così andare così spesso vicino alla vittoria deve poter spingere Mcilroy a volere di più e tornare finalmente alla vittoria in un Major.


Inoltre ci sono molti giovani talentuosi in arrivo e che hanno già dimostrato di poter competere e vincere. Im, Wolff, Hovland, Morikawa, ecc.


Il 2021 potrebbe essere la stagione della svolta nella carriera di Rory in cui mostrare che il suo miglior golf non è alle sue spalle ma deve ancora venire.


A soli 31 anni, non è neanche lontanamente dal suo apice. Se si guarda a Dustin Johnson che ha 5 anni in più di Mcilroy ed è forse al momento più importante della sua carriera con la vittoria al Masters.

Insomma Rory che, specialmente con il tipo di fisico e tipologia di allenamento e cura del corpo che sta facendo potrebbe giocare al top per altri 10 anni.


Il 2021 di Mcilroy inizierà già a Gennaio ad Abu Dhabi al HSBC Championship e vediamo cosa ci riserverà il Nord Irlandese.