• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Rimonta Mcilroy, due birdie finali lo riportano a 4 colpi dal leader


Rory McIlroy sembra destinato a terminare una serie di tre tagli mancati agli US Open.


Fresco della sua seconda vittoria stagionale nell'RBC Canadian Open della scorsa settimana, McIlroy è stato in grado di segnare il suo primo primo parziale sotto-par da quando ha vinto nel 2011.


Tutte e quattro le sue principali vittorie hanno avuto inizo con due giri iniziali sotto il 70, e Rory con i primi due giri di questa edizione si è messo in contention per il quinto Major.


"Ho fatto quello che dovevo fare", ha detto McIlroy, che ha ottenuto il decimo miglior risultato in classifica dei 155 giocatori in campo. "Ho preso la maggior parte dei fairway, ho colpito molti green e anche quando non ho colpito alcuni green sono comunque riuscito a salvare il par."

Alla cena di gala per i giocatori che hanno vinto lo US Open, Mcilroy ha fatto sapere che ha chiacchierato con Spieth e Koepka su quale poteva essere la migliore strategia per affrontare il percorso di Pebble Beach e erano tutti d'accordo che bisognava essere prudenti col tee shot e riuscire a prendere più green possibili.

Mcilroy ha giocato molto bene col drive ma è stato poco preciso con le scelte dei bastoni e con i colpi al green.

Il Campione Nord Irlandese è a 4 colpi da Woodland ma la qualità di Rory potrà farsi sentire e ci sarà da divertirsi nelle seconde nove del percorso Californiano.