Ennesima possibilità per Mcilroy al Masters. Ecco i motivi per cui potrebbe essere la volta buona...

Alla vigilia di un Master autunnale, la domanda annuale è tornata in prima linea nella mente della maggior parte delle persone, è questo l'anno in cui Rory Mcllroy complerà il grande slam della carriera?



È finalmente arrivato, il Masters, basta solo la menzione del nome per far venire i brividi a qualsiasi appassionato di golf.


Dopo mesi di attesa, l'evento che si tiene tradizionalmente durante la primavera in aprile è ora al centro della scena a novembre, per un Masters autunnale. Con esso vengono rinnovate speranze e sogni per tutti i concorrenti che sognano di indossare la Giacca Verde.


Per Rory Mcllroy si tratta di molto di più, si tratta di un ulteriore miglioramento della sua eredità golfistica, si tratta di entrare nei libri di storia insieme ai pochi elite, completare il Grand Slam della carriera, vincendo tutti e quattro gli eventi Majors.


Mcllroy ha la possibilità questa settimana con una vittoria di vedere il suo nome menzionato accanto alle leggende del golf, Gene Sarazen, Gary Player, Ben Hogan, Tiger Woods e Jack Nicklaus come membro di un minuscolo gruppo di giocatori per aver completato la rara impresa del golf.


Rory Mcllroy, uno dei più grandi giocatori di golf di oggi, è stato vicino all'Augusta National  prima con cinque piazzamenti nella top ten, incluso un 4 ° posto nel 2018, quando è uscito nel gruppo finale domenica prima di arrivare poco al vincitore finale Patrick Reed.


Le speranze erano alte per Il Nord Irlandese che andava al Masters dello scorso anno sulla scia di una forma formidabile che includeva una vittoria al Players Championship il mese prima, ma le sue speranze sono state presto deluse dopo un terzo round 71 che Mcllroy attribuito a una scarsa prestazione con il drive nel corso della giornata.


In un anno normale la pressione a cui è sottoposto il nordirlandese per completare la sua carriera di grande slam nel corso di un evento di quattro giorni una volta all'anno deve essere immensa, infatti, Mcllroy ha accennato a quella andando al Masters 2019 quando ha parlato di sentire il “bisogno” di vincere nelle sue precedenti gare all'Augusta National.


Prima dell'evento dell'anno scorso, Rory ha insistito sul fatto che questa non era più la sua mentalità, riferendosi al Masters, parlando al quotidiano The Guardian, commentando che "Se vinci, vinci" e ribadendo la sua mentalità cambiata affermando che non sentiva più il peso fare così.


Il 2020 non è stato un anno normale e avere un Master autunnale senza Patrons come spettatori all'Augusta National non sarà diverso, questa mancanza potrebbe effettivamente essere un beneficio per Mcllroy questa volta ?


I numeri però parlano da soli


Rory ha cercato di prepararsi al meglio da quando il PGA è ricominciato a giugno, però Mcilroy si è classificato una sola volta tra i primi dieci nei suoi primi quattro eventi e ha notato che aveva trovato difficile competere senza fan presenti commentando specificamente che "era facile perdere la concentrazione " senza i fan.


Rory Mcllroy ha bisogno però di trovato la forma perfetta questa settimana e sembra che abbia iniziato ad abituarsi a giocare senza fan per il momento con due top ten nelle sue ultime quattro partenze in tour.


Uno degli aspetti del suo gioco agli ultimi Master con cui ha lottato, è stato un punto di forza per Rory negli ultimi mesi. Essere forti fin dal tee sarà una grande risorsa che sicuramente tutti i partecipanti vorrebbero e che Mcilroy potrebbe usare a suo vantaggio, anche perchè si gioca con temperature più fredde previste, rispetto al normale.


Attenzione ai Rookie


Una altra variabile che si è verificata negli ultimi due tornei Major è che mancando la pressione degli spettatori c'è stato un incremento delle prestazioni da parte dei giocatori più giovani e inesperti, vedi Morikawa al PGA Championship e Mattew Wolf agli US Open.


Gli ingredienti ci sono tutti e forse quest'anno, come sempre del resto può essere l'anno buono per Rory.

Il masters di Augusta in questo momento forse, potrebbe essere quel luogo, con tutto ciò di cui ha bisogno per scrivere il suo nome accanto alle leggende del golf.