• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Una stagione da incorniciare per Mcilroy ma comunque senza Major

Rory McIlroy ha vinto il Tour Championship e la FedEx Cup, chiudendo una delle stagioni più importanti del PGA Tour della storia recente.



Rory McIlroy ha terminato la stagione del PGA Tour nello stesso modo in cui ha iniziato, sollevando un trofeo importante.


McIlroy ha vinto il Tour Championship e la FedEx Cup per la seconda volta, girando in 66 nel finale a East Lake e finendo con quattro colpi di vantaggio sul secondo classificato Xander Schauffele.

Con la vittoria, la prima con il nuovo formato FedEx Cup, McIlroy ha poi portato a casa il primo premio da $ 15 milioni, il più grande della storia del golf.


La FedEx Cup è una competizione che dura tutta la stagione, quindi è giusto che il giocatore che ha dominato dall'inizio dell'anno sia stato quello a sollevare il trofeo alla fine. McIlroy non ha avuto solo un buon anno; è stata una performance storica quella del 30enne irlandese del Nord.


McIlroy ha quindi pareggiato lo scontro con Brooks Koepka, anche lui con tre vittorie stagionali sul PGA Tour.

Rory è finito nella top-10 in 14 dei 19 eventi in cui ha giocato, con una percentuale del 73,7. Questo è il tasso più alto dai tempi di Tiger Woods nel 2009. Ha guidato il tour in numerose categorie, inclusa la classifica strokes gained: dal tee e dal tee a green. I suoi colpi totali ottenuti sono stati i migliori perfino da quelli di Woods di un decennio fa.


Era il tipo di stagione di cui McIlroy può davvero essere orgoglioso, anche se non è riuscito a vincere tutte le volte che gli sarebbe piaciuto.


"Mi sono dato così tante possibilità", ha detto alla NBC dopo aver chiuso la vittoria al Tour Championship. “Sai, vincere tre volte è fantastico. Sento che avrei potuto vincere di più. Ma vincere di nuovo la FedEx Cup, persistere per tutto l'anno, continuare a darmi delle possibilità anche quando venivo respinto e non riuscivo a vincere. Sono molto orgoglioso di me stesso. "

L'anno ha avuto una serie di vertiginosi massimi: vincere il THE PLAYERS, girare in 61 per vincere l'RBC Canadian Open, ma anche una parte di minimi frustranti. Per quanto sia stato bravo McIlroy quest'anno, non è riuscito a vincere un torneo Major, nonostante ne avesse le possibilità sulla carta. Nessuno è stato più deludente del taglio mancato durante l'Open Championship, Royal Portrush, che è cresciuto giocando.


La mancanza di una vittoria in un Major è il motivo principale per cui McIlroy, nonostante tutto il suo successo nel 2019, probabilmente non sarà il giocatore dell'anno. Tale onore apparterrà a Koepka, le cui tre vittorie includono il PGA Championship.


Quindi per Rory l'annata appena finita si può dirsi comunque molto soddisfacente, il Nord Irlandese ha difatti vinto i due tornei principali sul PGA Tour e nonostante non vinca un major da diverso tempo lui si è sempre detto che non necessità così assiduamente di vincere altri Major, sono cose che accadono in modo naturale ha sempre sostenuto Rory.


La prossima stagione sarà entusiasmante e McIlroy sarà sicuramente uno dei principali protagonisti e chissà che non possa essere la volta buona...