Webb Simpson batte Finau al Playoff e vince al Waste Management



Sono due le notizie importanti che arrivano dal Waste Management Phoenix Open. La prima è che Webb Simpson torna a vincere sul PGA Tour al playoff contro Tony Finau: per il trentaquattrenne della North Carolina è la terza vittoria sul tour americano, maturata grazie a due birdie nelle ultime due buche più il terzo nel playoff, dove invece il trentenne dello Utah si è dovuto fermare al par. Per entrambi, a fine percorso, il totale è stato di -17.


La seconda, che arriva molto prima di tutti gli altri risultati di rilievo, riguarda la lotta al numero 1 del mondo. La giornata è iniziata sapendo che Brooks Koepka avrebbe comunque perso, questa settimana o la prossima, il primato nell’OWGR. Lo spagnolo Jon Rahm avrebbe dovuto arrivare secondo da solo o primo per diventare il nuovo leader, ma ha cominciato male la giornata con un +2 nelle prime nove buche. Rahm è poi riuscito a recuperare, ma ha trovato soltanto il nono posto con un -1 di giornata e un -11 totale. In questo modo, dalla sesta settimana del 2020, sarà il nordirlandese Rory McIlroy il nuovo numero 1, senza che questi abbia messo piede in campo a Phoenix o lo metta a Pebble Beach da giovedì. McIlroy è stato per l’ultima volta in cima al mondo del golf nella settimana dal 13 al 19 settembre 2015.


Per quel che riguarda gli altri risultati, sono in tre a rimontare e chiudere al terzo posto: Justin Thomas, Bubba Watson e Nate Lashley, che con -6, -5 e -3 rispettivamente arrivano tutti a -14. Sesti a -13 Max Homa e Scott Piercy, ottavo Adam Long a -12 e noni, oltre a Rahm, altri due compresi tra i primi non americani della graduatoria del torneo: il sudafricano Branden Grace e il sudcoreano Byeong Hun An. Insieme a loro Daniel Berger, Billy Horschel, Mark Hubbard e Hudson Swafford.

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati