• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

© 2020 golfmag.it Tutti i diritti riservati

Woods giocherà la Presidents Cup


Tiger Woods ha spazzato via ogni dubbio e ogni perplessità sul suo duplice ruolo di capitano/giocatore alla Presidents Cup 2019 dopo aver vinto il suo 82esimo torneo sul PGA Tour.


"Credo di aver attirato l'attenzione de capitano", ha detto ridendo Woods nella conferenza post vittoria.

Tiger sarà il capitano del team americano che terrà parte alla sfida internazionale tra USA e team internazionale (non europeo)al Royal Melbourne dal 12 al 15 Dicembre e siccome Tiger non aveva il posto garantito aveva bisogno di dimostrare a tutti di meritare il doppio ruolo.


In realtà era quasi certa la sua partecipazione ma la vittoria in Giappone ha reso tutto più spettacolare.


Woods sceglierà quindi 4 giocatori la settimana dopo il WGC- HSBC Championship con l'aiuto dei suoi vice-capitani.


L'unico caso precedente era stato Hale Irwin nella edizione inaugurale della Presidents Cup del 1994, quando Irwin aveva vinto l'RBC Heritage quell'anno. Mentre Tiger ha vinto de volte, al Masters e lo ZOZO Championship.



L'unico dubbio che rimane è la tenuta di Tiger, ovvero se riuscirà a tenere a livello fisico perché, dopo aver subito una operazione due mesi fa e aver giocato relativamente poco negli ultimi mesi potrebbero non giocare a suo favore.


Ad ogni modo Tiger avrà tempo per prepararsi sia mentalmente che fisicamente ed a ogni modo farà comunque la differenza se non in campo la farà a livello strategico.


La squadra americana sia con Tiger al 100% che non sarà comunque fortissima e la grande favorita per vincere la Presidents Cup.