Gennaio 17, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Riaprono le scuole italiane: il primo ministro italiano afferma che la riapertura delle scuole è la “priorità” del Paese

ROMA: La priorità assoluta dell’Italia è riaprire le scuole a seguito dell’epidemia Covit-19, mentre il presidente del Consiglio Mario Draghi si è detto favorevole alla decisione di rendere obbligatoria la vaccinazione per gli ultracinquantenni.

È probabile che la variazione di Omicron porti a un aumento della pratica dell’apprendimento a distanza nelle prossime settimane, ma l'”uso diffuso dell’istruzione a distanza” dovrebbe essere evitato, ha detto Draghi in una conferenza stampa congiunta con i ministri della salute e dell’istruzione.

Congratulazioni!

Hai votato con successo

Secondo le attuali regole antiepidemiche, quando un certo numero di studenti risulta positivo, un’aula dovrebbe essere messa interamente in modalità didattica a distanza, riporta l’agenzia di stampa Xinhua. “Non ha senso lasciare aperte altre attività e chiudere le scuole, e non abbiamo motivo di imporre chiusure pubbliche”, ha spiegato.

Ha sottolineato che i giovani sono stati fortemente colpiti dalla chiusura di scuole e università nel Paese dall’inizio dell’epidemia.

Il ministro dell’Istruzione Patricio Bianchi ha affermato che circa il 6% degli insegnanti e il 4,5% degli studenti non hanno riaperto le scuole a causa di un test positivo al Covit-19.

Tra le tensioni tra i funzionari federali e regionali sull’opportunità di consentire la riapertura delle scuole dopo le vacanze di Natale e Capodanno, Draghi ha deciso di spiegare l’ultima serie di restrizioni.

Un altro punto di attrito è la decisione di rendere obbligatorie le vaccinazioni per le persone di età pari o superiore a 50 anni. L’Italia è stato uno dei pochi paesi in Europa a farlo e la mossa è stata controversa perché la vaccinazione è obbligatoria solo per alcuni gruppi di lavoro nel paese.

READ  "Eravamo preoccupati che la Commissione Inter se ne andasse, ma erano dalla parte degli standard europei".

Drake ha affermato che la regola è stata introdotta “sulla base di nuovi dati epidemiologici”, che hanno mostrato un aumento delle infezioni da Govt-19, ma una minore gravità nei nuovi casi.

Ha sottolineato che l’attuale pressione sull’Organizzazione nazionale della sanità dovrebbe essere in gran parte dovuta a coloro che non sono vaccinati.

I non vaccinati ora costituiscono i due terzi di tutti i pazienti Covit-19 in terapia intensiva, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza.

Secondo i dati ufficiali, oltre l’86% della popolazione di età superiore ai 12 anni è stata completamente vaccinata e il 59% ha ricevuto un’iniezione di richiamo.

Le recenti norme hanno inasprito la vita quotidiana delle persone anti-Vox a cui è stato vietato l’accesso a ristoranti, bar, uffici pubblici e trasporti pubblici.

Lunedì, l’Italia ha registrato oltre 101.000 nuovi casi rispetto al giorno precedente.