Agosto 9, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sizzling Sinner rafforza l’orgoglio italiano agli Australian Open

MELBOURNE: lunedì Jannik Sinner ha alzato la bandiera italiana sul Melbourne Park, eliminando la speranza di casa Alex de Minaur 7-6 (3) 6-3 6-4 per unirsi al connazionale Matteo Berrettini nei quarti di finale dell’Australian Open.

È la prima volta da quando Paolo Bertolucci e Adriano Panatta al Roland Garros del 1973 due italiani raggiungono i quarti di finale di un Grande Slam.

Sinner, che ha anche raggiunto gli ultimi otto agli Open di Francia nel 2020, ha giocato magnificamente in una partita di alta qualità alla Rod Laver Arena, prendendo il controllo dopo il tiebreak del primo set.

“È stata una dura prova per me perché (Alex) è un giocatore incredibile e anche uno dei ragazzi più simpatici del tour”, ha detto Sinner, l’undicesima testa di serie, che giocherà il vincitore di Stefanos Tsitsipas e Taylor Fritz per un posto in semi- finale.

“Ovviamente quando gioca qui agli Australian Open, è un avversario tosto. Molto, molto tosto. Lo sapevo”.

Sinner aveva vinto le sue due precedenti partite contro la 32esima testa di serie, che includeva una vittoria in due set nella finale delle Next Gen ATP Finals in Italia nel 2019.

De Minaur, quarto di finale agli US Open nel 2020, ha avuto le prime opportunità di battere Sinner in un primo set pari, ma alla fine ha ceduto alla potenza di fuoco del suo rivale.

L’italiano clinico ha rotto De Minaur all’inizio dei due set successivi e ha tenuto a bada l’australiano.

“Ho cercato di rimanere composto con me stesso e oggi, devo dire, ho alzato il livello, soprattutto nel secondo e nel terzo set”, ha detto Sinner.

READ  40 La migliore mobiletto bagno del 2022 - Non acquistare una mobiletto bagno finché non leggi QUESTO!

“All’inizio c’era un po’ di tensione da entrambe le parti, il che è normale. Mi aspettavo una partita lunga”.

Sinner ha attribuito l’esperienza acquisita durante la scorsa stagione, quando ha vinto quattro titoli e si è qualificato per le finali dell’ATP Tour, come cruciale per il suo sviluppo.

“L’anno scorso, per me, è stato un anno lungo. Molti, molti tornei per me per la prima volta”, ha detto.

“Ho (acquisito) molta esperienza negli ultimi due mesi e penso di essere cresciuto come giocatore e come persona”.