Giugno 28, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le azioni scendono per i problemi dell'Ucraina, le tempeste petrolifere tornano sopra i $ 100

Le azioni scendono per i problemi dell’Ucraina, le tempeste petrolifere tornano sopra i $ 100

  • Gli operatori si concentrano ancora esclusivamente sulla crisi ucraina
  • Le azioni europee scendono poiché il sentimento rimane debole
  • I mercati obbligazionari hanno ridotto le aspettative di aumento dei tassi di interesse
  • Il petrolio torna sopra i 100 dollari al barile
  • Il rublo è stabile ma il mercato dei cambi è ora diviso in due parti

LONDRA (Reuters) – Le azioni europee sono crollate, il petrolio è tornato sopra i 100 dollari al barile e martedì si è verificata una fuga precipitosa dei titoli di stato statunitensi e tedeschi mentre i mercati si trovavano alle prese con la massiccia incertezza derivante dall’invasione russa dell’Ucraina.

I mercati azionari russi sono rimasti sospesi e alcune piattaforme di negoziazione di obbligazioni non mostrano più i prezzi, ma le contrattazioni notturne nei principali centri finanziari sia in Europa che in Asia sono state ordinate, anche se tese.

Perdite paneuropee STOXX 600 (.stoxx) L’indice è salito di nuovo, con l’indice in calo di quasi il 2% a metà della sessione e Wall Street avrebbe dovuto aprire tra lo 0,5% e l’1% in meno.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Ci sono stati guadagni all’inizio per l’estrazione mineraria (.SXPP) olio e gas (.sxep) Le azioni in Europa, ma anche quelle inasprite, e un massiccio calo del 4% delle azioni bancarie hanno mostrato che gli investitori ora ritengono che gli aumenti dei tassi di interesse potrebbero ora essere ritardati o almeno ridotti.

Questo senso ha visto i rendimenti dei Treasury USA a 10 anni, un fattore chiave dei costi finanziari globali, scendere bruscamente ai minimi di cinque settimane. Sorprendentemente, il rendimento dell’obbligazione equivalente a 10 anni della Germania era diretto al più grande calo di un giorno dal 2011.

“Supponendo che non ci sia una rapida risoluzione di questo conflitto, temiamo che il PIL globale diminuirà dello 0,5%-1,0%”, ha affermato Paul Jackson, responsabile globale della ricerca sull’allocazione degli asset, Invesco.

READ  Le compagnie aeree affermano che i piloti stanno tornando in massa, nonostante i prezzi dei biglietti più elevati

“Questo è abbastanza per esacerbare il rallentamento in corso ma non abbastanza per innescare una recessione”, anche se ha avvertito che alcune parti d’Europa potrebbero assistere a una recessione e che è probabile che anche l’inflazione rimanga più alta più a lungo.

I colloqui ad alto livello tra Kiev e Mosca si sono conclusi, lunedì, senza accordo se non per continuare a parlare, e i nervi erano tesi quando un’enorme colonna corazzata russa è stata schiacciata su Kiev martedì dopo il mortale bombardamento di aree civili a Kharkiv, la seconda più grande dell’Ucraina città. Per saperne di più

Con la Russia uno dei maggiori produttori di petrolio al mondo, i future sul greggio Brent sono aumentati di $ 5,15, o del 5,3%, a $ 103,12 al barile. Era appena sotto il massimo di sette anni di $ 105,79 dopo che Mosca ha lanciato il suo attacco all’Ucraina la scorsa settimana.

Anche i prezzi del gas naturale in Europa sono aumentati di circa il 15%. I prezzi del petrolio e del gas sono ora aumentati di quasi il 60% da quando a novembre sono iniziati a crescere i timori di un’invasione dell’Ucraina.

“La fragile situazione in Ucraina e le sanzioni finanziarie ed energetiche contro la Russia aggraveranno la crisi energetica e il petrolio ben al di sopra dei $ 100 al barile nel breve termine e ancora più in alto se il conflitto si intensificherà ulteriormente”, Louise Dixon, analista senior del mercato petrolifero di Rystad Energy, ha scritto in una nota.

rubli

Le preoccupazioni che la guerra e l’aumento dei prezzi dell’energia possano rallentare l’economia globale significa che gli investitori ora si stanno chiedendo fino a che punto e velocemente la Federal Reserve statunitense aumenterà i tassi di interesse nei prossimi mesi.

READ  Le azioni scendono a causa dell'aumento dell'inflazione e dei rischi per l'Ucraina; I mercati cinesi si stanno riprendendo
Le banconote in rubli russi sono mostrate davanti al grafico discendente delle scorte in questa illustrazione presa il 1 marzo 2022. REUTERS / Dado Ruvic / Illustrazione

I rendimenti del Tesoro USA a 10 anni di riferimento sono scesi di quasi l’1,7% mentre il commercio statunitense guadagna slancio da meno del 2% di due settimane fa, mentre le obbligazioni tedesche sono tornate in territorio negativo e l’euro è sceso dello 0,5% a causa delle scommesse su un’Europa centrale appassita Sollevamento della banca Quest’anno.

I dati PMI di febbraio hanno mostrato che lo slancio della crescita manifatturiera nella zona euro è in realtà leggermente diminuito il mese scorso, sebbene sia rimasto relativamente forte e le aziende abbiano affermato che i vincoli della catena di approvvigionamento si sono allentati.

“Sembra che i mercati stiano iniziando a rivalutare le prospettive di politica monetaria”, ha affermato Jan von Gerrich, capo stratega di Nordea.

Il rublo russo sembrava stabilizzarsi in qualche modo dopo essere sceso fino al 30% al minimo storico di 120 per dollaro dopo che i paesi occidentali hanno imposto alla Russia le più grandi sanzioni di vasta portata mai imposte a un’economia globale così interconnessa.

Tali misure includono l’isolamento delle principali banche russe dalla rete finanziaria internazionale SWIFT e il sanzionamento della sua banca centrale nel tentativo di limitare la capacità di Mosca di dispiegare i suoi 630 miliardi di dollari in riserve estere.

La Russia ha risposto martedì impedendo temporaneamente agli investitori stranieri di vendere attività russe per assicurarsi che prendessero una “decisione informata”, ha affermato il primo ministro Mikhail Mishustin. Una fonte vicina al governo ha detto a Reuters che anche l’enorme fondo sovrano russo sarà messo sotto pressione, poiché spenderà fino a 1 trilione di rubli (10,3 miliardi di dollari) per acquistare azioni di società russe. Per saperne di più

Sebbene le sanzioni significhino che le principali banche globali sono ora riluttanti a negoziare con le banche russe e viceversa, ciò significa che ora ci sono due mercati diversi per la valuta del rublo: uno in Russia e uno a livello internazionale.

READ  Il petrolio si stabilizza dopo le oscillazioni con la crisi ucraina, pesano i colloqui sul nucleare iraniano

I commercianti di Londra quotavano il rublo tra 101 e 105 per dollaro, sebbene fosse di circa 94 per dollaro secondo alcuni tassi di mercato locali.

Più in generale, secondo il Deutsche Bank Index, la volatilità del mercato valutario è ai massimi dalla fine del 2020 (.dbcvix) Il rublo è sceso di quasi il 30% dal suo livello migliore quest’anno.

“Oggi, l’attenzione sarà focalizzata sul fatto se le sanzioni / ritorsioni inizieranno a influenzare i flussi di materie prime dalla Russia e se (la Banca centrale russa) interverrà con ulteriori misure a sostegno del rublo”, hanno scritto gli analisti di ING FX in una nota ai clienti .

La negoziazione di azioni russe è rimasta sospesa alla Borsa di Mosca e i prezzi delle obbligazioni sovrane e societarie russe non sono apparsi su alcune piattaforme di negoziazione. L’indice GBI-EM Global Diversified di JPMorgan, ampiamente tracciato, include ancora obbligazioni denominate in rubli russi, anche se il calo del mercato di lunedì ha ridotto la cosiddetta ponderazione nell’indice.

Gli investitori stranieri possedevano 20 miliardi di dollari di debito pubblico russo denominato in dollari e rubli alla fine dello scorso anno, secondo i dati della Banca centrale russa, mentre possedevano poco più di 85 miliardi di dollari in azioni, secondo la Borsa di Mosca.

“Molti movimenti di prezzo (globali) sono una funzione dell’incertezza”. Madison Faller di JPMorgan Private Bank.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Sujata Rao a Londra. Montaggio di Chizuo Nomiyama e Bernadette Bohm

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.