Maggio 23, 2022

GolfMag

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Marina Ovsyannikova, manifestante televisiva russa contro la guerra, è stata multata per un discorso video che ha spinto altri a protestare

Marina Ovsyannikova, manifestante televisiva russa contro la guerra, è stata multata per un discorso video che ha spinto altri a protestare

Le accuse mosse da un tribunale di Mosca erano legate al suo indirizzo video che ha spinto anche altri a protestare, non a boicottare le trasmissioni televisive.

Ovsyannikova è apparsa sul set dei notiziari serali di Channel One della televisione di stato russa, cantando “Stop the war!” e denunciando la “propaganda” del governo – uno straordinario momento di protesta pubblica poiché il Cremlino reprime qualsiasi critica all’invasione dell’Ucraina.

Prima di irrompere nel gruppo di Channel One, la Ovsyannikova ha registrato un videomessaggio in cui diceva che suo padre è ucraino e sua madre è russa. Ha definito la guerra in Ucraina un “crimine” e ha esortato il popolo russo a manifestare in pubblico.

“Purtroppo, ho lavorato su Channel One negli ultimi anni, lavorando sulla propaganda del Cremlino”, ha detto Ovsyannikova. “E ora mi vergogno molto. Mi vergogno di aver permesso che si dicessero bugie in televisione. Mi vergogno di aver lasciato il popolo russo in uno stato di zombi”.

Marina Ovsyannikova ha pubblicato un videomessaggio sui social media il 14 marzo in cui descriveva l’invasione russa dell’Ucraina come un “crimine”. (Marina Ovsyannikova)

OVD-Info, un gruppo per i diritti umani che tiene traccia delle attività di protesta e degli arresti in Russia, l’ha identificata come editore e produttrice con l’emittente e ha detto che era in custodia. di Ovsyannikova Account Instagram La identifica anche come una dipendente di Channel One.

Durante una conferenza stampa martedì, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha respinto le azioni di Ovsiannikova definendole una “rivolta” e ha affermato che il canale televisivo, non il Cremlino, “si sta occupando di questo”.

Il suo atto coraggioso – protestare in Russia comporta grandi rischi personali, soprattutto perché Mosca ha rafforzato la sua macchina di propaganda riguardo alla guerra – ha molti leader e organizzazioni internazionali preoccupati per la sua sicurezza. Sono circolate notizie secondo cui è scomparsa dopo il suo arresto. Un importante avvocato russo, Sergei Badamchenha condiviso la prima foto di Ovsyanikova dalla sua detenzione, in cui può essere vista con l’avvocato Anton Gachinsky.

READ  Dopo l'invasione russa, la Germania ha abbandonato un approccio silenzioso per aiutare l'Ucraina, inviando armi e considerando sanzioni più grandi

Ha anche parlato brevemente con i giornalisti dopo la sua apparizione in tribunale.

Il portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani Ravina Shamdasani, Raccontare I giornalisti a Ginevra hanno affermato che le autorità russe devono assicurarsi che Ovsyannikova non debba subire “nessuna rappresaglia per aver esercitato il suo diritto alla libertà di espressione”.

James Cleverly, Ministro di Stato presso il Ministero degli Esteri britannico, Ha detto alla BBC Martedì il Paese è stato “preoccupato” per la sua sicurezza.

“Questi atti di sfida in Russia… sono molto importanti”, ha detto. “Dimostra un grande coraggio per questi individui nel protestare contro quello che, come sappiamo, è uno stato autoritario oppressivo”.

“È davvero importante che il popolo russo capisca cosa sta succedendo nel loro nome”, ha detto Cleverly.

Il presidente francese Emmanuel Macron, che è in trattative con il presidente russo Vladimir Putin nell’ambito dei negoziati per porre fine alla guerra, ha detto che avrebbe sollevato la questione di Ovsiannikova durante la sua prossima conversazione con il leader russo. Inizieremo gli sforzi diplomatici in vista dello spettacolo [her] Macron ha detto: Secondo France24.

anche la Commissione Europea Egli ha detto Martedì, ha elogiato il “coraggio persistente” dei cittadini russi che si oppongono alla guerra in Ucraina. Il portavoce Daniel Ferry ha affermato che oltre 14.000 cittadini russi sono stati detenuti in più di 140 città della Russia per aver protestato contro la guerra in Ucraina.

READ  Il Giappone ha avvistato quattro trasporti anfibi russi in partenza dall'Estremo Oriente

Ferry ha elogiato Ovsyannikova per la sua “posizione morale coraggiosa” e ha detto che è “scomparsa” per aver osato obiettare.

Ha aggiunto che “l’apparato statale continua a reprimere l’opposizione interna, contro la popolazione locale amante della pace, privandola dei loro diritti e libertà fondamentali”. La sua protesta personale è stata salutata in tutto il mondo come un serio atto di resistenza.

Kira Yarimsh, portavoce del leader dell’opposizione russa incarcerato Alexei Navalny, lodato e lodato Ovsyannikova condivide il video sul suo account Twitter. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ringraziato personalmente “la donna che è entrata nello studio di Channel One” in uno dei regolari aggiornamenti video della nazione, che è stato inviato a Telegram.

Migliaia di manifestanti anti-conflitto sono stati arrestati in Russia, secondo OVD-Info, che afferma che l’invasione e le sue conseguenze hanno “cambiato irreversibilmente” la società russa.

Jennifer Hassan e Ammar Nazir hanno contribuito a questo rapporto.