Un cittadino del Minnesota è stato ucciso durante un safari in Zambia dopo che un elefante ha attaccato un veicolo

Un cittadino del Minnesota è stato ucciso durante un safari in Zambia dopo che un elefante ha attaccato un veicolo

5. Il giornalista di Eyewitness News Ben Henry ha confermato con i membri della famiglia che una donna del Minnesota, Gail Mattson, 79 anni, è stata uccisa durante un safari in Zambia.

Matson era in vacanza in Zambia quando, durante il fine settimana, i funzionari del safari hanno detto che un elefante ha attaccato i turisti durante un “viaggio” attraverso il Parco Nazionale di Kafue.

La famiglia di Mattson dice che la sua foto con in mano il fiore è stata scattata il giorno in cui è stata uccisa, aggiungendo che quel giorno stava “vivendo la vita”.

La famiglia ha detto a 5 EYEWITNESS NEWS che l'ambasciata americana li ha contattati in merito alla morte di Mattson. Gli amici hanno anche detto che Mattson era gentile, attiva nella sua comunità e molto avventurosa.

Il video mostra il momento in cui l'elefante ha attaccato il camion su cui viaggiava un gruppo di turisti.

Un turista americano è stato tragicamente ucciso da un elefante maschio durante un safari, ha detto Wilderness Safaris. Dicono che l'elefante era aggressivo e si è lanciato inaspettatamente, aggiungendo che la guida non è stata in grado di allontanarsi dal pericolo abbastanza velocemente.

I familiari dicono che Mattson è stato ucciso sul posto.

La compagnia di safari ha aggiunto che un altro ospite ferito è stato portato in una “struttura medica privata”, mentre altri quattro sono stati curati per ferite lievi.

Mattson divideva il suo tempo tra il Minnesota e l'Arizona. Amici dell'Arizona hanno detto a 5 EYEWITNESS NEWS che Mattson era un amico avventuroso che ci mancherà.

READ  Ufficiale: Hamas non ha 40 ostaggi che soddisfino le condizioni per un possibile scambio con Israele

“Ci ha detto che questo safari sarebbe stata la sua ultima grande avventura”, ha detto John Longbaoth. “Perché il suo compleanno è in estate, penso che avrebbe compiuto ottant'anni e sentivo che avrebbe iniziato a rallentare. Ad essere sincero, non so se avrebbe rallentato o no. Ma almeno probabilmente non viaggerebbe così lontano.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto