I crocieristi abbandonati stanno suscitando grandi polemiche

Notizie dagli Stati Uniti

Un'accesa polemica è scoppiata dopo che una nave da crociera ha impedito a otto passeggeri di salire a bordo perché non avevano rispettato la scadenza delle 15:00.

La nave norvegese Dawn ha lasciato i turisti su un'isola africana, alcuni senza i loro effetti personali, dopo che il loro tour privato era stato ritardato.

Il gruppo si è ora diretto in aereo, traghetto e auto verso il Senegal, a più di 2.000 miglia da Sao Tomé e Principe, dove una nave della Norwegian Cruise Line (NCL) è partita senza di loro mercoledì scorso.

La coppia americana Jill e Jay Campbell, che era tra le otto navi abbandonate, ha speso più di 7.000 dollari in spese di viaggio per raggiungere il porto del Senegal.

“Crediamo davvero che, anche se esiste una serie di regole o politiche che la nave segue, segue quelle regole in modo molto rigoroso”, ha detto Campbell al Today Show della NBC martedì.

La coppia Jill e Jay Campbell erano tra gli otto passeggeri rimasti su una crociera dopo aver fatto un tour privato di un'isola africana. Jill e Jay Campbell

“Hanno davvero dimenticato che sono persone che lavorano nel settore dell’ospitalità e che la sicurezza e il benessere dei loro clienti dovrebbero essere la prima priorità e dovrebbero essere messi al primo posto.

Era un dovere di diligenza fondamentale che avevano dimenticato. “Per noi è importante.”

Adam Glazer di Campione dei consumatori Ha detto a news.com.au che è “ridicolo” che ai passeggeri, tra cui una donna incinta e una persona con problemi cardiaci, non sia stato permesso di tornare, anche se la Norwegian Dawn era ancora attraccata e la Guardia costiera di São Tomé ha preso il gruppo in Le offerte per la nave.

Il gruppo si è ora diretto in aereo, traghetto e auto verso il Senegal, dove la nave della Norwegian Cruise Line (NCL) è partita senza di loro mercoledì scorso.
Boston Globe tramite Getty Images

“Ogni caso deve essere trattato individualmente, soprattutto un passeggero che non assume le sue medicine”, ha detto.

Nonostante le regole, “bisogna essere flessibili in situazioni come questa”, ha detto.

Anche Jim Walker, un avvocato marittimo con sede a Miami, ha criticato la nave da crociera, accusandola di “aver fatto un punto regalando ospiti” perché avevano prenotato un tour che non era durante la crociera.

READ  David Cameron dice a Trump di aiutare l’Ucraina a dare potere a Russia e Cina

“La realtà è che le compagnie di crociera promuovono in modo aggressivo le escursioni a terra sponsorizzate dalle crociere come parte fondamentale del loro modello di business, generando decine di milioni di dollari di entrate ogni anno”, ha detto a news.com.au.

“Per promuovere viaggi sponsorizzati da crociere in cui ottengono fino al 50-60% dei profitti, le compagnie di crociera stabiliscono che se i loro ospiti pagano per un viaggio sponsorizzato da crociere, anziché per un viaggio indipendente, la compagnia garantirà che se l'urto ritarda nel ritornare alla nave da crociera, aspetterà finché gli ospiti non saranno lasciati a terra.

“In questo caso particolare, sembra che NCL abbia ritenuto importante abbandonare questi ospiti semplicemente perché erano su un volo indipendente.”

Walker ha affermato che il comportamento della NCL non solo è stato “insensibile e indifferente”, ma ritiene che le loro azioni siano “di natura spregevole e vendicativa”.

Il disastro ha causato una grande divisione online con alcuni che si sono schierati dalla parte dei passeggeri, mentre altri hanno difeso la mossa della crociera di lasciare i passeggeri a Sao Tomé.

“È strano che il capitano non li lasci salire a bordo della nave se è ancora in porto?” ha scritto una persona su Facebook.

“Non dispiacetevi per loro, conoscono le regole. Le navi costeranno una fortuna se non partono in tempo. Abbiamo già visto persone abbandonate in Asia. Anche l'ultimo viaggio in Nuova Zelanda è stato molto vicino “, ha scritto un altro.

Altri incrociatori hanno affermato che arrivare in orario è una regola “semplice” da seguire per i passeggeri, aggiungendo che è per questo che prenotano solo tour attraverso la nave.

Alla coppia, compresi altri sei passeggeri, è stato impedito di salire a bordo della nave perché non avevano rispettato la scadenza delle 15:00. Jill e Jay Campbell

Una terza persona ha scritto: “Ecco perché rischi se non vai in crociera e anche le regole vanno rispettate”, mentre un'altra ha aggiunto: “Ecco perché non farei mai una crociera o un tour organizzato.” Per sempre, ancora una volta, non esiste la libertà di fare quello che vuoi, quando vuoi.

UN TikToker e l'incrociatore Candy Thomas Ha fatto sapere ai passeggeri che era responsabilità dei passeggeri tornare alla nave in tempo.

READ  Il razzo Space One esplode poco dopo il lancio in Giappone | Giappone

“Per quelli di voi che non viaggiano, lasciate che ve lo dica”, ha detto. “Prima di scendere dalla nave, ci sono diversi annunci, li trovate nella vostra lettera di pianificazione quotidiana, e ci sono segnali… devono essere sulla nave dai 60 ai 90 minuti prima di lasciare la nave.”

I Campbell, della Carolina del Sud, erano le uniche persone ad avere le loro carte bancarie e più di qualche dollaro dopo essere rimasti bloccati. ABC Notizie 4

secondo L'uomo indicaSe non arrivi al porto prima della fine del periodo di imbarco, quasi sicuramente la nave da crociera “partirà senza di te”.

“Anche se sei sul molo e saluti freneticamente. Questo perché l'orario di partenza della nave da crociera è stato pianificato attentamente e in gioco non c'è solo la tua vacanza.

“Proprio come gli aeroplani, le navi da crociera operano con orari serrati, molto più serrati di quanto si possa immaginare”.

Risponde Norwegian Cruise Line

In una dichiarazione fornita a news.com.au, la Norwegian Cruise Line, con sede negli Stati Uniti, ha affermato che mentre la nave si trovava a Sao Tomé e Principe, una nazione insulare africana, c'erano otto ospiti che erano sull'isola per un tour privato “che era non organizzato da noi.” Ha perso l'ultima gara per tornare alla nave, “e quindi non ha rispettato l'orario di bordo previsto alle 15:00, ora locale.”

“Sebbene si tratti di una situazione davvero spiacevole, gli ospiti sono responsabili di assicurarsi di tornare alla nave all’orario pubblicizzato, che è ampiamente comunicato tramite l’interfono della nave, nelle comunicazioni stampate quotidiane e pubblicato appena prima di scendere dalla nave”.

Quando gli ospiti non sono tornati alla nave per tutto il tempo in cui sono rimasti a bordo, i loro passaporti sono stati consegnati agli agenti portuali locali per il recupero al loro ritorno in porto, secondo il normale protocollo, ha detto il portavoce.

I turisti avevano preso accordi per unirsi alla nave a Banjul, in Gambia, il 1° aprile, ma la nave non è riuscita ad attraccare in sicurezza a destinazione “a causa delle condizioni meteorologiche avverse”.

Il portavoce ha detto a news.com.au di aver contattato i passeggeri per modificare l'itinerario e di aver fornito loro il permesso di unirsi alla nave a Dakar, in Senegal, il 2 aprile.

READ  Leo Terrell di Fox News urla a Jessica Tarlov di denunciare la sua eredità ebraica: "Non farlo!"

“Nonostante una serie di sfortunati eventi al di fuori del nostro controllo, rimborseremo a questi otto ospiti le spese di viaggio da Bangor, Gambia a Dakar, Senegal. Rimaniamo in contatto con gli ospiti e forniremo ulteriori informazioni non appena saranno disponibili.

TikToker e l'incrociatore Candi Thomas hanno risposto ai passeggeri, dicendo che è responsabilità dei passeggeri tornare alla nave in tempo. @iamshopgirl / TikTok

I Campbell, della Carolina del Sud, erano le uniche persone con le loro carte bancarie e più di qualche dollaro. Hanno detto di aver speso 7.500 dollari in vitto e alloggio per i loro compagni emarginati.

Hanno spiegato che erano in ritardo per il volo perché c'era un problema con il loro tour privato.

“Essi [tour] “Mi ha detto: 'Nessun problema, possiamo riaverti tra un'ora'”, ha detto il signor Campbell, un insegnante.

“Per quelli di voi che non viaggiano, lasciate che ve lo dica”, ha detto. “Prima di scendere dalla nave, ci sono diversi annunci, li trovate nella vostra lettera di pianificazione quotidiana, e ci sono segnali… devono essere sulla nave dai 60 ai 90 minuti prima di lasciare la nave.” @iamshopgirl / TikTok

La guida chiamò il capitano per dirgli che il gruppo sarebbe arrivato in ritardo. Quando tornarono in porto la nave era ancora ancorata al largo. Ma i dipendenti non hanno fatto salire i passeggeri.

Campbell ha detto: “Il capitano del porto ha cercato di contattare la nave, ma il capitano si è rifiutato di contattare”. ABC 4 Notizie Carolina del Sud.

“Abbiamo inviato e-mail a NCL, il numero di emergenza del servizio clienti di NCL, e loro hanno detto 'beh, l'unico modo per noi di contattare la nave è inviare loro un'e-mail, non rispondono alle nostre e-mail'.”

Campbell ha detto che è stata un'esperienza difficile, descrivendola come un “processo molto difficile”. Oggi

Campbell ha detto che il servizio della guardia costiera del paese ha poi messo tutti i passeggeri su una barca e li ha accompagnati alla nave da crociera, ma è stato loro rifiutato il permesso di salire a bordo.

Martedì ha detto al Today Show della NBC che i residenti di Sao Tome e Principe sono “molto generosi, molto ospitali” e li ha indirizzati verso hotel e agenzie di viaggio.

Tuttavia, ha detto che è stata un’esperienza difficile, descrivendola come un “processo molto difficile”.

News.com.au ha appreso che gli otto ospiti si sono riuniti alla crociera a Dakar, in Senegal.


Carica altro…




https://nypost.com/2024/04/03/us-news/cruise-passengers-who-were-left-behind-sparks-huge-debate/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

Copia l'URL di condivisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto